Fratelli d’Italia: “Ecco le nostre proposte per lo sviluppo turistico a partire dalle frazioni”

129
L'incontro

“Idee e progetti per il futuro della Tuscia”: incontro molto partecipato, qualche giorno fa, al circolo di Grotte Santo Stefano di Fratelli d’Italia.
Al centro del dibattito, con il deputato Mauro Rotelli, l’assessore comunale al Turismo Marco De Carolis, il responsabile organizzazione Vincenzo Fini ed il responsabile del circolo Valerio Cerci, la necessità di creare delle basi nelle frazioni per lo sviluppo del turismo funzionale alla crescita dell’intero territorio.

“Il circolo di Grotte – come ha spiegato Cerci – sin dalla sua recente apertura si sta muovendo in questa direzione, soprattutto per snellire un percorso gravato da molteplici impedimenti burocratici, a partire dal piano regolatore fermo al 1960.”
“L’obiettivo di una sinergia improntata alla collaborazione e allo sviluppo reciproco è stato l’elemento caratterizzante , sin dall’inizio, il mio mandato – ha sottolineato De Carolis.
In tal senso ho attivato una serie di iniziative: a partire dalla valorizzazione di Roccalvecce o del parco del Santissimo Salvatore di Grotte Santo Stefano insieme all’Università Agraria che ne detiene la proprietà”.

Il lavoro congiunto e a più livelli istituzionali è quello che, maggiormente, riesce a dare risultati visibili e concreti in un percorso di crescita – ha concluso il deputato Mauro Rotelli.
Esempio tangibile sono gli obiettivi raggiunti nell’ultimo periodo: dall’installazione dei video promozionali della Tuscia alla stazione Centrale di Milano e all’Aeroporto di Fiumicino, fino agli accordi con i terminal crocieristici per la promozione del territorio rivolta ai viaggiatori in arrivo al porto di Civitavecchia.

Tanto lavoro è stato fatto ma tanto ancora rimane da fare, in primis con il completamento della Trasversale, infrastruttura nevralgica per la crescita.
La provincia ha potenzialità enormi in tantissimi ambiti: naturalistico, storico, archeologico, termale: il compito degli amministratori è quello di saperle sfruttare nel modo più adeguato per garantire ricadute in termini turistici ed economici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui