Generi alimentari venduti abusivamente sui treni, la polizia sequestra la merce

I due, già conosciuti agli agenti della Polizia Ferroviaria, per analoghi comportamenti, sono stati  contravvenzionati anche ai sensi delle “ Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città “ e sottoposti a relativo provvedimento di allontanamento.

377
treno

Sanzioni amministrative per un totale di  € 10.328,00 ed un corposo sequestro  sono il risultato dell’attività posta in essere dal personale della Squadra di Polizia Amministrativa del Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Lazio nella giornata di venerdì 14 giugno volta in particolare al contrasto della vendita abusiva di alimenti e bevande sui treni.

Sui treni regionali della tratta Roma – Chiusi la Polizia Ferroviaria ha sorpreso, nell’atto di vendere alimenti e bevande, due persone cinquantenni di origini casertane che,  seppur sprovviste di ogni autorizzazione necessaria per tale attività, sono  risultate  munite di un attrezzatissimo carrellino portavivande con esposti contenitori termici per caffè e the, panini, biscotti vari e bibite alcoliche ed analcoliche.

I due, già conosciuti agli agenti della Polizia Ferroviaria, per analoghi comportamenti, sono stati  contravvenzionati anche ai sensi delle “ Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città “ e sottoposti a relativo provvedimento di allontanamento.

Si legge in un comunicato della Questura di Viterbo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui