"Sarebbe un gesto di trasparenza e correttezza anche nei confronti dei candidati sindaco di Viterbo"

Gestione rifiuti, “Per il Bene Comune”: “La Regione Lazio renda pubblici gli atti forniti alla Commissione Ue”

122

“Il movimento ‘Per il Bene Comune’ chiede che la Regione Lazio renda pubblici le informazioni e gli approfondimenti forniti alla Commissione europea nell’ambito della procedura di pre infrazione Eu Pilot 9541 sulla “Gestione dei rifiuti nel Lazio e a Roma”. Lo riteniamo un atto di trasparenza nei confronti della provincia di Viterbo costretta a ricevere in questi mesi montagne di rifiuti dalle altre province del Lazio, a colpi di ordinanze e sulla base di norme quanto mai nefaste per il nostro territorio adottate il 5 agosto 2020 con il nuovo Piano di gestione dei rifiuti della Regione Lazio. Condividere quelle informazioni rappresenta inoltre un atto di correttezza verso i candidati sindaci e consiglieri alle prossime elezioni amministrative che si svolgeranno a Viterbo, in modo che tutti abbiano una fotografia precisa sui conferimenti e sappiano sin da ora con cosa ci si dovrà confrontare.

Infatti, in merito alla procedura aperta da Bruxelles sui rifiuti nel Lazio, da una relazione trasmessa nei giorni scorsi dalla Giunta regionale al Consiglio regionale si apprende che “con nota del 27 agosto 2021, la Commissione europea ha chiesto ulteriori precisazioni su alcuni aspetti del nuovo Piano in vista di una riunione congiunta che si è tenuta in data 14 ottobre 2021 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. In risposta a queste ultime richieste, la struttura regionale competente ha fornito informazioni ed approfondimenti sull’analisi dei flussi dei rifiuti e relativi destini confrontandoli con i dati previsionali del Piano; ha fornito dati e informazioni sui fabbisogni di trattamento/smaltimento e sulle capacità impiantistiche regionali, sui procedimenti autorizzativi in corso finalizzati ad allineare le capacità impiantistiche al relativo fabbisogno e sulle ulteriori attività volte all’attuazione del Piano”.

Quante tonnellate di rifiuti vengono conferiti a Viterbo dal resto del Lazio? Quante ancora ne arriveranno? Riproponiamo, infine, due domande poste più volte in Consiglio comunale da Luisa Ciambella, alle quali non è mai seguita una risposta: quali controlli vengono svolti sull’immondizia all’ingresso della discarica? Che risultati hanno prodotto queste analisi?

Si faccia chiarezza una volta per tutte”, conclude la nota.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui