Giallo a Roma: reatino 52enne trovato morto in casa. Era stato informatico per Palazzo Chigi

Presi dalla preoccupazione per la scomparsa dell'uomo hanno avvertito il 113 di Roma - città in cui viveva da diversi anni - che immediatamente si è messo alla ricerca del giovane

1326

E’ stato trovato senza vita nel suo appartamento. Massimiliano Colisanti, 52 anni di Rieti, era un ex informatico presso la presidenza del Consiglio dei Ministri. Da alcuni giorni non rispondeva al telefono, malgrado alcuni suoi amici e familiari avessero a lungo tentato fino all’ultimo di mettersi in contatto con lui.

Presi dalla preoccupazione per la scomparsa dell’uomo, hanno avvertito il 113 di Roma – città in cui viveva da diversi anni – che immediatamente si è messo alla ricerca del giovane. Gli agenti, arrivati presso la sua abitazione nel popolare quartiere di San Lorenzo, hanno provato a suonare il campanello con la speranza di una risposta. Non avvertendo nulla, gli uomini delle forze dell’ordine con l’aiuto dei Vigili del Fuoco sono riusciti a entrare in casa trovando il 52enne senza vita in una delle sue stanze, forse – ma non c’è conferma – nella camera da letto.

Dopo la segnalazione del ritrovamento del corpo sono giunti i sanitari del 118 con l’auto – medica per ufficializzare il decesso. Il corpo di Massimiliano Colisanti si trova ancora presso l’obitorio per l’autopsia, da cui si attendono indicazioni sulle cause che al momento restano ignote. Un vero e proprio giallo, insomma, su cui si attendono sviluppi nelle prossime ore. Gli investigatori stanno ascoltando conoscenti e vicini di casa della vittima per tentare di saperne di più.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui