Giampieri fa il Grillo Parlante: ”Al centrodestra serve un politico di lungo corso”. Ma a chi si riferisce?

A Civita Castellana il centrodestra è ancora alla ricerca di un possibile accordo riguardo al candidato sindaco.

476
Massimo Giampieri

CIVITA CASTELLANA – A Civita Castellana il centrodestra è ancora alla ricerca di un possibile accordo. Una coalizione formata da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, avrebbe grandi chances di arrivare al ballottaggio, se non addirittura di vincere al primo turno le attese elezioni amministrative del 26 maggio prossimo. Ma resta da sciogliere il resistente nodo del nome di un candidato a sindaco che sia gradito a tutti quanti. In questo quadro di impasse per le forze del centrodestra falisco si inseriscono improvvise le parole di Massimo Giampieri, ex sindaco di Civita Castellana e attuale coordinatore provinciale di FdI. “Al centrodestra civitonico – dice Giampieri – serve un candidato con una lunga esperienza politica alle spalle”. Già. Ma a chi si riferisce esattamente il pensiero dell’ex sindaco? A quale personaggio politico? A Civita Castellana di politici che appartengono alle forze di centrodestra non ce ne sono poi molti in giro. Pertanto cerchiamo di decifrare il rebus di Giampieri  procedendo per esclusione. Difficilmente il “fratello tricolore” Giampieri si  riferisce all’ex vicesindaco Francesco Urbanetti  con il quale non ha mai avuto rapporti idilliaci, né all’amico Carlo Angeletti ora in forza alla Lega, né al medico Domenico Parroccini a capo della berlusconiana Forza Italia, né ad Alberto Cataldi che non possiede un lungo curriculum da politico.E allora a chi si rivolgono le sue parole da Grillo Parlante? A sorpresa spunta il nome dell’ex assessore Antonio Scarinci, democristiano doc, da una vita in politica e suo fedelissimo ai tempi della giunta di centrodestra. Scarinci, per quel che si sa, attualmente non è legato a nessun partito.Ma la sorpresa potrebbe essere ancora più grande! C’è chi pensa che lo scaltro politico Giampieri in realtà potrebbe( nonostante varie e recenti smentite su una sua possibile, nuova candidatura a sindaco di Civita Castellana) velatamente riferirsi a se stesso, in qualità di uomo navigato ed esperto della vita politica e amministrativa locale.Un’ipotesi che porterebbe la Meloni a brindare con lo champagne in mano e Berlusconi ad adeguarsi pur di sconfiggere gli odiati grillini. L’unico a strillare sarebbe Salvini. Ma la Lega, forte del suo ampio consenso, difficilmente cederà a facili lusinghe e a vecchie nostalgie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui