I frutti avelenati dell' odio politico scatenato dalla sinistra

Giornalista Rai a Salvini: “Tanto ti suicidi entro sei mesi”. E coinvolge anche la sua bambina di 6 anni!

I post scritti citavano la figlia di Salvini come da «rieducare» e farsi controllare «da degli esperti» per il pessimo esempio del padre

257

Una madre, una figlia e un padre famoso e “importante.” Stiamo parlando di Giulia Martinelli, di Mirta, nata nel dicembre 2012, figlia di lei e di Salvini.

Giulia Martinelli ha inviato a Vittorio Feltri una lettera, pubblicata da Libero, in cui commenta quanto scritto dal caporedattore di Radio1.

“Caro Direttore, affido a te e al tuo giornale queste poche righe per esprimere la mia amarezza, la mia rabbia e il mio dolore” scrive la madre della piccola nel testo indirizzato al direttore e pubblicato da Libero. La donna, che in tanti anni non “è mai intervenuta pubblicamente” e non ha “mai detto né scritto una parola”, ha ritenuto opportuno, in questo momento delicato per la politica italiana e per il leader leghista, difendere l’ educazione che lei e Matteo danno quotidianamente alla figlia, basata su lealtà, rispetto e valori.
Fabio Sanfilippo, caporedattore del GR di Radio Rai, sui social, aveva usato parole forti, allusive, coinvolgendo l’ affetto più caro che un uomo possa avere: la figlia.

I post scritti citavano la figlia di Salvini come da «rieducare» e farsi controllare «da degli esperti» per il pessimo esempio del padre (dopo le frasi in cui il giornalista, sulla sua pagina personale, invitava, con una iperbole, Salvini a “spararsi tra qualche mese” per la fine della sua carriera politica).

Con toni decisi, ma sempre garbati, Giulia Martinelli, esponente della Lega che lavora da diverso tempo nell’amministrazione della Regione Lombardia, esprime il suo dissenso, la sua rabbia e il suo dolore di madre, contro Fabio Sanfilippo. Non si coinvolge una bimba in un diverbio politico!

“ Rabbrividisco di fronte a un padre, ad un giornalista che travolge e minaccia la nostra intimità, coinvolgendo una bambina di sei anni che ignora e nulla ha a che fare con le vicende politiche delle ultime settimane. Mi tremano le mani“. Così scrive la mamma della piccola Mirta.

I bambini e i ragazzi sanno, ascoltano e assorbono più di quanto noi immaginiamo. I più grandi leggono i social, guardano la tv, si informano. Bisogna proteggerli! La figlia di Salvini è ancora piccola, ma non è bene “sfregiare” l’ intimità e l’equilibrio psicologico dei bimbi, a fini politici: i bambini non si devono coinvolgere in diverbi politici! È ora che si torni al rispetto almeno per quanto concerne gli affetti personali e i minori, che devono essere salvaguardati.

La RAI sta valutando la sospensione per Sanfilippo e ha comunque comunicato che a breve emanerà una disposizione sull’uso dei social, visto che al momento non esiste una policy interna all’azienda sul comportamento dei propri dipendenti sui profili privati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui