Ogni anno in Italia sono colpite dai disturbi dello spettro autistico tra le 300mila e le 500mila persone, soprattutto maschi. A Vetralla e Viterbo gli edifici si colorano di blu

Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo, iniziative anche nella Tuscia

270

Si celebra oggi, 2 aprile, la giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo (World Autism Awareness Day, WAAD), promossa dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2007 con l’obiettivo di incrementare la consapevolezza sul tema attraverso la promozione della ricerca, il miglioramento dei servizi e la lotta alla discriminazione.

L’autismo si configura come un disturbo dello sviluppo neurobiologico che impedisce a chi ne è affetto di interagire in maniera adeguata con le persone e con l’ambiente in cui vive. Esso può manifestarsi con un’ampia gamma di sintomatologie più o meno gravi, sebbene sia possibile individuare alcuni aspetti più ricorrenti, quali: alterazione e compromissione della qualità dell’interazione sociale; alterazione e compromissione della qualità della comunicazione; modelli di comportamento e interessi limitati, stereotipati e ripetitivi.

Le persone affette da autismo possono anche presentare in misura variabile disturbi sensoriali, problemi del sonno, di alimentazione, disarmonie motorie, disarmonie nelle abilità cognitive, scarsa autonomia personale e sociale, episodi di autolesionismo ed aggressività.

Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità (Oms) ogni anno i disturbi dello spettro autistico colpiscono, in Italia, tra le 300mila e le 500mila persone, sebbene si tratti soltanto di una stima: in questo gruppo vanno infatti compresi anche gli individui affetti dalla sindrome di Asperger, caratterizzata da difficoltà nell’interazione, nella comunicazione sociale e da interessi e attività limitati e ripetitivi. L’autismo colpisce maggiormente i maschi rispetto alle femmine, in un rapporto di 4 a 1.

In occasione della giornata dedicata alla consapevolezza, dal 2007 in tutto il mondo si celebrano eventi, manifestazioni, convegni e mostre per sensibilizzare le persone su questo tema. Il blu è stato scelto come colore dominante, dall’idea della campagna mondiale lanciata dall’organizzazione Autism Speaks, “Light it up blue”, che prevede di illuminare con questo colore gli edifici delle città.

Anche nella Tuscia, il Comune di Vetralla per oggi ha lanciato l’iniziativa “Vetralla si veste di blu”, realizzata dal consorzio “Il Cerchio” nell’ambito del progetto “Famiglia al Centro”, in collaborazione con la Proloco, mentre i ragazzi del centro diurno “il vivaio” di Montefogliano e del “Civico 14” realizzeranno addobbi ed allestimenti a piazza del Comune e a piazza della Cura.

I cittadini sono stati invitati dall’amministrazione a dare il proprio contributo, decorando, esponendo un oggetto di colore blu su balconi, porte o finestre, “perché la vicinanza e l’attenzione passa anche attraverso questi piccoli gesti”.

Anche il Palazzo Papale di Viterbo tornerà ad illuminarsi di blu a pochi giorni di distanza dalla giornata dedicata all’endometriosi. “Quest’anno, grazie alla nuova associazione, Angsa Viterbo aps, che ringrazio, possiamo contribuire con un ulteriore segnale di vicinanza”, ha commentato il sindaco del capoluogo Giovanni Arena.

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui