Giro di usura a Canepina e dintorni, una sfilata di testimoni e nuovi particolari

Si torna in aula a metà maggio, con un altro finanziere come testimone. Il rinvio a giudizio è del 2016, i fatti sono di oltre 10 anni fa: per l’accusa, un imprenditore in difficoltà entrò nel vortice degli strozzini.

443
soldi

Giro di usura a Canepina e zone limitrofe: ieri mattina davanti al collegio dei tre giudici e alla pm titolare dell’inchiesta, Paola Conti, è sfilato l’ennesimo testimone dell’accusa. Un agente della guardia di finanza che fece le intercettazioni. Dopo di che la presidente Silvia Mattei – a latere Giacomo Autizi e Elisabetta Massini – ha rinviato al 14 maggio prossimo un processo iniziato un anno fa con il rinvio a giudizio, nel 2016, di una quindicina di presunti usurai (l’altro capo di imputazione è l’associazione a delinquere).

Nessuna novità di rilievo rispetto alle puntate precedenti. Eh sì, più che un romanzo sembra una serie tv pluriennale, la vicenda degli usurai di Canepina, come viene ribattezzata l’inchiesta partita dieci anni fa, e che prese le basi da fatti di anni precedenti: un imprenditore della zona dei Cimini si trovò in gravi difficoltà economiche, e cercò aiuto in parenti e amici. Da qui, secondo la pubblica accusa, finì nelle maglie degli strozzini. Disperato, rivelò a un finanziere che voleva farla finita. Iniziarono allora le indagini.

Ai margini dell’udienza di ieri, ha commentato Pietro Marziali, l’avvocato di uno degli imputati: “E’ difficile ricostruire, in quanto le indagini preliminari sono magmatiche: a distanza di anni è dura ricordarsi i particolari di una vicenda in cui un signore dice di essere stato costretto a restituire delle somme enormemente superiori; rispetto alle quali per ora, secondo noi, non è stato dimostrato nulla”. Ma il processo è ancora nella fase embrionale e la sequela dei testimoni è lungi dall’essere terminata. A metà maggio sarà sentito almeno un altro maresciallo finanziere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui