Giro d’Italia, la “carovana rosa” attraversa la Tuscia

Oggi è il giorno della quarta tappa che attraverserà la provincia di Viterbo a partire da Poggio Evangelista (Latera).

399

Giro d’Italia, è il giorno della quarta tappa che attraverserà la provincia di Viterbo.

Intorno alle 13 la “carovana rosa” è attesa a Poggio Evangelista (Latera) che, con circa 645 metri rappresenta il picco di una tratta molto lunga anche se priva di asperità altimetriche.

Il percorso poi si snoderà lungo i comuni di Valentano (13,13), Piansano (13,27), Tuscania (13,38), Vetralla (14,06), Capranica (14,24), Sutri (14,32), Nepi (14,40) e Monterosi(14,44).

Dopo circa 235 chilometri nel territorio viterbese la tappa si concluderà a Frascati nel pomeriggio.

Qui domani sarà presente Sandro Zucchi, presidente dell’Automobile Club di Viterbo, che lancerà la campagna di sensibilizzazione per la sicurezza di automobilisti e ciclisti, chiamati a condividere responsabilmente la strada a tutela anche dei pedoni.

“ACI e Sara Assicurazioni collaborano con il Giro d’Italia per promuovere i valori della sicurezza stradale e dello sport, ma anche la grande tradizione motoristica che ci contraddistingue nel mondo: quattro prestigiose auto storiche sfileranno nell’ultimo chilometro di ogni tappa del Giro sotto l’egida di ACI Storico, proiettando nel futuro il nostro glorioso passato attraverso la consegna della maglia rossa ACI al miglior sprinter del Giro E, che vede correre sullo stesso percorso della maglia rosa le biciclette elettriche, sempre più protagoniste della mobilità nei centri urbani”.

La campagna, caratterizzata dall’hashtag #rispettiamoci,  punta ad evidenziare le conseguenze relative alla mancanza di rispetto insieme all’evoluzione della mobilità sempre più integrata tra le varie forme di trasporto che provoca, ogni anno 17.000 incidenti che coinvolgono le biciclette, per un totale di 260 morti e 18.000 feriti.

Solo nella provincia di Viterbo, nel 2017 si sono contati 21 sinistri con 1 morto e 23 feriti. Su base nazionale il trend dell’incidentalità è crescente (+0,8 su base annua) e in provincia di Viterbo è in aumento del 17%.

Come indicato dalla prefettura di Viterbo, la manifestazione determinerà la sospensione della circolazione sulle strade Maremmana, Castrense, Verentana, Piansanese, Vetrallese e Cassia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui