La dichiarazione del candidato presidente alla Provincia durante la presentazione della lista 'Prima la Tuscia' nella sede della Lega

Giulivi: “Turismo e agricoltura sono legati a doppio filo alla tutela dell’ambiente”

141

“Se non tuteliamo l’ambiente non ci sarà sviluppo turistico e agricolo”.

Ambientalista convinto, Alessandro Giulivi o meglio come si è definito lui stesso “un integralista ambientale”, accende i riflettori su alcuni punti del suo programma da candidato presidente di Lega e Fratelli d’Italia alle Provinciali.

E nei prossimi giorni renderà noto “tutto ciò che vogliamo fare in Provincia”. “La nostra è una battaglia politica – prosegue – combattuta con i nostri progetti, non contro altri” e si dichiara convinto che “stavolta, dopo tanti anni ci sarà un cambiamento epocale in Provincia”.

Con un approccio netto nell’esprimere contrarietà su impianti rifiuti, discarica, deposito scorie nucleari, fotovoltaico che mettono a rischio un territorio che ha una produzione agroalimentare di pregio.

Nel presentare la lista della Lega ‘Prima la Tuscia’, oltre a evidenziare la grande rappresentanza femminile con 5 donne candidate consigliere, rimarca anche come la squadra sia rappresentativa, a livello geografico, di un’ampia porzione dei Comuni della Tuscia, compresi quelli più piccoli.

“Una lista competitiva – afferma il coordinatore provinciale leghista Stefano Evangelista – in cui la coerenza di stare nel centrodestra, non ideologica ma di rispetto verso i nostri elettori, si integra con la competenza di amministratori già rodati”.

La Lega ha più volte espresso contrarietà sulla riforma Delrio ed Evangelista lo ribadisce auspicando che “già da gennaio 2022 ci possa essere un ritorno dei cittadini alle urne per eleggere i propri rappresentanti in Provincia”.

Hanno poi preso la parola i candidati presenti, qualche assenza dovuta a motivi lavorativi.

Il problema degli impianti fotovoltaici “da regolamentare”, la richiesta di maggior ascolto di tutti i paesi della provincia “a prescindere dalla loro grandezza”, “progettare con e sui giovani per farsi trovare pronti a rispondere alle esigenze del territorio”, “puntare su una politica fatta da persone competenti, soprattutto ora che sono in arrivo i fondi del Pnrr e gli enti locali sono chiamati a presentare progetti” sono alcune delle istanze rappresentate dai candidati consiglieri di ‘Prima la Tuscia’ per una nuova Provincia.

Presenti: Eleonora Gabrielli di Monte Romano, Stefano Zacchini di Tarquinia, Stefano Caporossi di Viterbo, Carlo Pellegrini di Bassano Romano, Angelo Rauso di Tuscania, Giandomenico Cortignani di Bagnoregio, Consalvo Dolci di Marta, Vincenzo Ercolani di Celleno, Paola Maggio Aprile di Graffignano, Federica Guiducci di Tarquinia.

In lista anche: Lucia Olivieri e Lorena Sconocchia.

Sia Giulivi che Evangelista, in merito alla quinta lista, hanno ribadito con forza “nessun apparentamento. Al di là di possibili voti da altre liste, la coalizione che in caso di vittoria governerà sarà Lega e Fratelli d’Italia”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui