Giunta comunale di Viterbo: “Ecco cosa è stato fatto in un anno”

“È stato un anno di intensa attività in tutti i settori – ha continuato il sindaco – e il futuro si prospetta ancora più impegnativo"

508

Tempo di bilanci per l’amministrazione comunale Arena, che spegne la sua prima candelina. Questa mattina, in conferenza stampa a Palazzo dei Priori, il sindaco di Viterbo Giovanni Arena e gli assessori hanno parlato dei traguardi raggiunti in questi dodici mesi e dei progetti futuri che l’amministrazione ha per la città.

“Al nostro arrivo abbiamo trovato la casa in disordine – ha detto il sindaco Arena – e il lavoro da fare era molto. Come prima cosa abbiamo cercato di ottimizzare e rendere più omogenei i vari settori distribuendo meglio le competenze in capo ai vari dirigenti, anche per evitare che un solo assessore abbia a che fare con tre o quattro dirigenti”. Ma non solo. “È stato un anno di intensa attività in tutti i settori – ha continuato il sindaco – e il futuro si prospetta ancora più impegnativo. Abbiamo disposto cifre importanti, undici milioni di euro tra avanzo d’amministrazione e mutui, che devono essere spesi entro il 2020 per interventi su Viterbo e frazioni”.

A seguire, i resoconti degli assessori sul lavoro svolto durante il primo anno di amministrazione. Laura Allegrini (lavori pubblici) ha parlato dei numerosi interventi di manutenzione realizzati su strade, mura civiche e infrastrutture della città. “Abbiamo asfaltato via Garbini, via Polidori e via Villanova, inaugurato il parcheggio in zona Fortezze, messo in sicurezza la torre di fronte al Paolo Savi. E tanti altri sono i progetti in serbo per la città”.

Antonella Sberna (servizi sociali) ha spiegato che il suo settore in dodici mesi ha ottenuto oltre 500mila euro di finanziamenti. Sostegno economico per famiglie in difficoltà, aiuto ai disabili, promozione delle associazioni di volontariato sono state le principali linee d’intervento.

Anche per l’assessore all’urbanistica Claudio Ubertini c’è stato molto da fare. “Stiamo aspettando la risposta dal Ministero sul vincolo del termalismo – ha detto Ubertini – e abbiamo dovuto rivedere il cronoprogramma per gli interventi sulle periferie”. L’assessore Paolo Barbieri (patrimonio e tributi) ha lavorato sul recupero di somme che il Comune aspetta da privati e sulla carenza di personale, per far partire nuove assunzioni da settembre.

Nonostante il suo “debutto” nella giunta comunale sia molto recente, Ludovica Salcini è pronta a lavorare per la città. La Salcini ha spiegato che con la sua delega all’agricoltura intende valorizzare e promuovere i prodotti del territorio, dare risalto alla “viterbesità” dei cibi.

L’assessore allo sviluppo economico Alessia Mancini ha detto di aver lavorato sulla rete d’impresa, l’organizzazione delle fiere cittadine, i rapporto con il Col (Centro Orientamento al Lavoro) e il piano del commercio. Elpidio Micci (servizi e lavori pubblici per gli ex Comuni e istruzione) ha parlato dell’importante riapertura dell’eco-centro di Grotte Santo Stefano e del sostegno economico che il Comune ha previsto per le scuole.

L’assessore Marco De Carolis (cultura sport e turismo) ha descritto le numerose iniziative e festival culturali che ci sono stati a Viterbo durante l’inverno e quelli che si stanno svolgendo nell’estate viterbese. “Abbiamo organizzato eventi per coprire quasi tutti i giorni estivi”, ha spiegato De Carolis. Durante l’anno si è lavorato anche sui molti interventi per cartellonistica, marketing turistico e promozione museale. “Altro traguardo importante è stata la riapertura della piscina comunale grazie all’accordo con la Federnuoto”, ha detto l’assessore De Carolis. Unico assente all’appello, il vicesindaco e assessore al termalismo Enrico Maria Contardo a causa di problemi personali.

“Ringrazio la mia giunta perché si è impegnata e sacrificata duramente per la città in questo primo anno. Ma il lavoro non è finito – ha concluso il sindaco Arena – perché la vera prova del nove ci sarà tra la fine del 2019 e il 2020, quando dovremo aver portato a termine tutte le opere previste nell’avanzo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui