Un sondaggio del quotidiano "Tecniche della Scuola" incorona Giuseppe Fioroni come miglior Ministro della Scuola degli ultimi vent'anni. Il peggiore? La Azzolina

Giuseppe Fioroni miglior Ministro dell’Istruzione degli ultimi vent’anni

1192

Il quotidiano online “Tecniche della Scuola” ha chiesto ai propri lettori, tramite un sondaggio, di eleggere il migliore ed il peggiore Ministro dell’Istruzione degli ultimi vent’anni. A trionfare come miglior Ministro è stato il viterbese Giuseppe Fioroni, ex sindaco, ex deputato e, per l’appunto, Ministro dell’Istruzione del secondo Governo Prodi. L’infausto titolo di peggior Ministro se lo becca invece la grillina Lucia Azzolina, “punita” dai votanti per la gestione alquanto fallace della didattica in tempi di Coronavirus.

Ma se da un lato, e non ce ne voglia la Azzolina, era prevedibile sapere in anticipo chi sarebbe stato incoronato come peggiore, è quasi sorprendente il risultato che ha ottenuto il nome di Giuseppe Fioroni.

Fioroni è stato in carica dal 2006 al 2008 e, a quanto pare, la sua politica moderata (ribattezzata “politica del cacciavite”) è piaciuta agli addetti ai lavori e non solo. Il quotidiano ricorda anche il Quaderno bianco sulla scuola, un documento carico di pedagogia, ricerca, benchmarking e docimologia che, grazie all’impegno di Fioroni, ha portato a l’obbligo di istruzione a dieci anni. Una riforma che, all’epoca, fu accolta positivamente dall’opinione pubblica.

La legge sull’innalzamento dell’obbligo di istruzione è la L. 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 622: “L’istruzione impartita per almeno dieci anni è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno d’età“.

Il politico viterbese ha ricevuto il 27,1% dei voti, davanti all’ex ministro Fioramonti. Tutti gli altri, da Letizia Moratti a Maria Stella Gelmini passando per la Azzolina e la Fedeli, non sono riusciti a superare il 10% delle preferenze. Nel sondaggio per decretare il peggior ministro, invece, la Azzolina ha totalizzato il 47,5%, seguita dalla Gelmini con il 36,2%.

Insomma, a distanza di quindici anni il buon lavoro svolto da Fioroni come Ministro dell’Istruzione non è stato dimenticato. E non solo dagli insegnanti ma anche dagli stessi studenti, da sempre molto critici nei confronti delle istituzioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui