Le parole del premier Draghi nella prima conferenza stampa dopo la pausa estiva. Si pensa anche di estendere l'obbligo di Green Pass per altri settori

“Governo verso l’obbligo vaccinale e terza dose a partire dall’autunno”

95

Il Governo italiano sta pensando di rendere obbligatorio per tutti i cittadini il vaccino anti-Covid. Sì anche ad una terza dose, per la quale si dovrebbe iniziare già dall’autunno con gli immunodepressi.

Questi i punti principali emersi ieri durante la prima conferenza stampa tenuta dal premier Mario Draghi dopo la pausa estiva.

Sempre sul fronte Covid, il Presidente del Consiglio ha annunciato che per la fine del mese di settembre si prevede di raggiungere l’80% della popolazione adulta italiana vaccinata con entrambe le dosi. Molto alta la percentuale di insegnanti già immunizzati in vista della ripresa delle lezioni (91,5% ha ricevuto almeno la prima dose).

Il Governo sta anche lavorando ad un’ulteriore estensione del Green Pass – già obbligatorio per mezzi di trasporto a lunga percorrenza, fiere, congressi, cinema, teatri, parchi termali, scuola e università – e prevede di riunire a breve una cabina di regia per determinare quali saranno i prossimi settori ad essere interessati.

Il premier durante la conferenza ha tenuto ad esprimere la propria solidarietà “a tutti coloro che sono stati e sono oggetto di violenza e odio da parte dei cosiddetti ‘no vax'”.

Una violenza “odiosa e vigliacca”, come l’ha definita Draghi, in riferimento anche alle proteste che si sono svolte negli ultimi mesi a causa delle nuove imposizioni del Governo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui