Dai nostri lettori

Gran Galà dell’arte: Concerto di primavera al teatro Argentina

Insieme per aiutare e per diffondere cultura. Si è svolto, nella serata del 29 aprile 2019, presso il teatro Argentina di Roma, il Galà dell'arte.

363
Galà

Insieme per aiutare e per diffondere cultura. Si è svolto, nella serata del 29 aprile 2019, presso il teatro Argentina di Roma, il Galà dell’arte, un concerto per pianoforte e orchestra, il cui incasso è stato devoluto alla comunità Amore e Libertà, presieduta da don Matteo Galloni, che opera da più di trent’anni per aiutare bambini e ragazzi in difficoltà, seguendoli per tutta la vita, affinchè tutti possano studiare e vivere con dignità e speranza.

La Comunità Amore e Libertà Onlus (AMLIB), fondata da Don Matteo Galloni e Francesca Termanini, infatti, dal 1988, accoglie bambini e ragazzi privi del sostegno familiare, cercando di donare loro l’amore e l’affetto di una famiglia e la possibilità di studiare, per potersi inserirsi nella società contemporanea, come persone libere ed oneste, con prospettive concrete.
Con questo spirito ha aperto in Italia case-famiglia dando un ambiente protetto e sicuro a bambini e ragazzi e ha creato la Missione Amore e Libertà a Kinshasa, nella Repubblica Democratica del Congo, ha fondato una scuola con più di 900 bambini e realizzato un progetto agricolo.
La serata è stata sostenuta dall’associazione L’alba del Terzo Millennio presieduta da Sara Iannone. Presenti, fra tante personalità del mondo politico e della cultura, il presidente del Rotary Club Roma Aniene Chiara Zamboni, il senatore Lucio D’Ubaldo, il dott. Paolo Onorati, Massimo d’Aiuto, Franco Buzzanca.

Galà1
All’intenso concerto della giovane orchestra pugliese, diretta dall’esperto maestro Fabrizio Dorsi, diplomato in Composizione, Direzione d’orchestra, Musica corale e direzione di coro al Conservatorio “G. Verdi” di Milano e laureato in Lettere, ha partecipato anche Matteo Pomposelli, enfant prodige, con il suo pianoforte, un giovanissimo pianista italiano, di soli 14 anni, vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali.
Un altro protagonista della serata è stato il teatro Argentina di Roma, nella sua superba bellezza ed eleganza.
Il Teatro Argentina fu inaugurato il 13 gennaio del 1732 con l’opera Berenice di Domenico Sarro su iniziativa della famiglia Sforza Cesarini. Il luogo dove è situato il Teatro ha tuttavia una vocazione teatrale ben più antica, difatti in corrispondenza dell’attuale Argentina sorgeva la Curia Pompeii, dove Giulio Cesare fu ucciso e che Augusto decise pertanto di far murare. Durò poco il veto, l’antica area teatrale venne restaurata e rimase in uso fino al quinto secolo dopo Cristo.

Qui andò in scena la prima dell’opera rossiniana Il barbiere di Siviglia il 20 febbraio 1816 con il titolo Almaviva, o sia l’inutile precauzione (in deferenza al Barbiere di Siviglia di Giovanni Paisiello del 1782) ma fu soffocata da una tempesta di proteste. Nel pubblico si trovavano infatti molti sostenitori del ‘vecchio’ maestro Paisiello che volevano far fallire l’opera.
Ieri invece solo applausi per l’overture dell’opera e de “L’italiana ad Algeri”.
Grandi emozioni nel pubblico presente a questa importante serata di solidarietà, perchè “fare del bene fa bene”.
Grazie a coloro che hanno sostenuto l’iniziativa e, in particolare, a Sara Iannone, che, con l’associazione culturale, libera e indipendente L’Alba del Terzo Millennio, da sempre promuove eventi di solidarietà.

Anna Maria Stefanini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui