È ufficiale: i ragazzi delle superiori nel Lazio torneranno sui banchi il 18 gennaio, anziché l'11. Se non si risolvono i problemi di base, però, si rischiano ancora "sorprese" e rinvii dell'ultimo minuto

“Gran lavoro per organizzare la ripartenza della scuola, e poi non si rientra”

105

“Come immaginavamo. Ancora una volta c’è stato un enorme lavoro da parte delle scuole per organizzare la ripartenza, con i nuovi orari scaglionati, le percentuali di presenza, la sicurezza e tutto e invece non si rientra, come era prevedibile”.

bugiotti
Paola Bugiotti, dirigente scolastica dell’ITE P.Savi

La dirigente scolastica dell’ITE Paolo Savi di Viterbo Paola Bugiotti commenta la notizia – confermata ieri con un’ordinanza firmata dal presidente di regione Nicola Zingaretti – che la riapertura delle scuole superiori nel Lazio slitterà a lunedì 18 gennaio, anziché all’11. Materne, elementari e medie sono invece rientrate in classe il 7 gennaio, come inizialmente previsto dal Governo.

Fino a quella data i ragazzi degli istituti secondari di secondo grado proseguiranno quindi con la DAD (Didattica a distanza) al 100%. Anche in questo caso però sorgono delle perplessità: “Finché non si risolvono problemi strutturali e infrastrutturali, di cui abbiamo più volte detto, che possano abbassare al minimo al rischio dei contagi è difficile riaprire in tranquillità”, spiega ancora la dirigente del Savi.

In effetti il tema della riapertura delle scuole è al momento, insieme ai vaccini, quello più dibattuto in Italia. Se infatti il Governo – e in particolare la ministra all’Istruzione Lucia Azzolina – hanno a più riprese ribadito l’importanza di far tornare i ragazzi alla didattica in presenza quanto prima e in sicurezza, come mai si continua a prender tempo? E soprattutto, perché non dare una volta per tutte indicazioni certe al personale scolastico per poter organizzare  il rientro sui banchi in maniera definitiva, senza temere “sorprese” dell’ultimo minuto?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui