Le toccanti parole del sacerdote durante la cerimonia funebre del ristoratore Massimo Mali

“Grazie Massimo per l’amore che hai saputo dare con i gesti della tua vita. Ora tu vivi l’eternità”

225

VITERBO – Profonda commozione e vicinanza da parte di tantissimi famigliari, amici e concittadini questa mattina ai funerali del ristoratore Massimo Meli, proprietario del locale “Lo Scorfano” di San Pellegrino, nel cuore di Viterbo.

La cerimonia si è svolta presso la parrocchia della Sacra Famiglia a partire dalle 10.30, quando in moltissimi si sono riuniti per dare l’ultimo saluto a Massimo, scomparso prematuramente a soli 46 anni per un malore che lo ha colpito mentre si trovava al lavoro.

Una morte “improvvisa e innaturale”, come l’ha definita il sacerdote nell’esprimere profondo affetto ai famigliari di Massimo per la grave perdita, con queste parole: “Il mio cuore è pieno di tristezza, ma anche di una ‘piccola gioia’ nel dire grazie Massimo, dell’ amore che hai potuto dare nei tanti gesti della tua vita, con i quali hai saputo vivere l’eternità”.

“Sei presente nei nostri cuori, nel dolore, nella nostra vita, in quelli che sono i nostri progetti e sono sicuro che quella presenza sarà in eterno. L’eternità è qualcosa che anche oggi possiamo pregustare e attraverso cui sentire vicine le persone care”.

Poi, il messaggio di vicinanza a tutti coloro che hanno conosciuto e amato Massimo: “Possa il Signore darvi questa consolazione, con questa vicinanza ‘diversa’ di Massimo. A Massimo, che possa continuare ad essere fratello, padre, zio, amico, per tutti quelli che nella sua vita ha incontrato”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui