Il green pass guadagna tre mesi per i vaccinati ed i guariti da Covid-19. Tra le altre modifiche la possibilità di inserire il test salivare come uno dei requisiti validi

Green pass, validità estesa fino a 12 mesi: arriva l’ok dalla Commissione della Camera

368

Il green pass sarà esteso fino a 12 mesi. Un anno di validità del certificato per chi si è vaccinato, o è guarito dal Covid-19.

A darne l’ok è stata la Commissione Affari Sociali della Camera, attraverso una modifica del decreto legge approvato il 23 luglio, sotto richiesta del capogruppo del Pd, Elena Carnevali, e della Lega, Rossana Boldi. “Una scelta compiuta sulla base delle valutazioni scientifiche del Cts che confermano l’efficacia della proroga della validità del Green pass, comprese le persone guarite e vaccinate con una dose”, afferma Carnevali.

“Oggi l’imperativo – prosegue il capogruppo del Pd – è concludere la campagna vaccinale estendendola a tutti coloro che possono vaccinarsi e, da questo punto di vista, il prolungamento a dodici mesi è certamente un incentivo a garantire la protezione personale e della collettività, a riacquistare maggiori spazi di libertà e a scongiurare il pericolo di nuove chiusure e lockdown”.

Prima dell’approvazione dei due emendamenti, la durata del green pass era di 9 mesi per chi avesse ricevuto il vaccino, e di 6 per chi fosse guarito dal nuovo Coronavirus.

Questa decisione permetterà di prorogare la somministrazione della terza dose, che sembra ormai certa per i sanitari.

Tra le altre modifiche, si prospetta la possibilità di inserire il test salivare – ma con procedimento di verifica molecolare – come uno dei requisiti validi del green pass. Quest’ultimo andrà ad affrancarsi ai tradizionali tamponi molecolari ed ai test rapidi antigenici, e sarà valido per 48 ore.

Un’altra novità riguarda gli under 12: partecipare alle cerimonie sarà più semplice. Infatti, non avranno più bisogno della certificazione verde.

Intanto, il presidente del Consiglio Mario Draghi, fa il punto della situazione in vista della prossima settimana, per la ripartenza delle attività. “Entro fine settembre l’80% degli italiani saranno vaccinati e la direzione è quella di un’estensione del Green Pass obbligatorio anche per altri settori, con ogni probabilità ad iniziare dalla Pubblica amministrazione, ma ne stiamo discutendo con il ministro Speranza, per capire quali settori necessiteranno dell’obbligo del green pass”, conclude Draghi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui