Due colleghi di lungo corso possono giudicarsi a vicenda? A quanto sembrerebbe, alla Asl di Viterbo sì

I Collegi Tecnici della Asl sono davvero trasparenti? Molti dubbi sulle nomine dei componenti

143
L'ospedale di Belcolle

In questi mesi abbiamo parlato molto degli strani eventi che si susseguono da mesi all’interno della ASL viterbese, prima le ombre sull’assegnazione dei 40 posti letto alla clinica Santa Teresa, poi il “caso tamponi” ed infine quello delle “assunzioni miracolose”.

I casi che destano quantomeno curiosità sono però molti altri, ed attraverso accurate ricerche sull’Albo Pretorio dell’ Azienda, vero e proprio vaso di Pandora per quanto riguarda situazioni che si possono tranquillamente definire anomale, è possibile trovarne a flotte.

Stavolta l’occhio cade su due recenti delibere che hanno visto il parere favorevole sia del Direttore Amministrativo, la dottoressa Maria Luisa Velardi, che del Direttore Sanitario, la  dottoressa Antonella Proietti.

La prima delibera, ossia la n° 1413 firmata in data 9 luglio, prevede testualmente di “Procedere alla costituzione del Collegio Tecnico per la valutazione al termine dell’incarico di Direttore della UOC cure primarie conferite al dottor Giuseppe Cimarello, Disciplina Direzione medica di presidio ospedaliero come segue: Presidente del Collegio dottoressa Marina Cerimele, direttore sanitario aziendale Asl Roma2, Componente: Dottor Franco Bifulco, direttore UOC disciplina direzione medica di Presidio Ospedaliero e Dottoressa Maria Teresa Schiena, direttore UOC disciplina organizzazione del Servizio Sanitario di Base”.

Fin qui niente di strano, direte voi. Ed invece qualcosa di strano c’è e come. Per vedere che c’è qualche “anomalia” basta andare a consultare la delibera n° 1448 del 14 Luglio 2020, dove viene stabilito un procedimento di giudizio simile:

“Costituire il Collegio Tecnico, per la valutazione del termine dell’incarico quinquennale del Dottor Franco Bifulco di direttore della UOC Governo della Domanda e Distribuzione del Risorse Distretto B, Discipilina Direzione Medica di Presidio Ospedalieri come segue: Presidente del collegio dottoressa Patrizia Chiechini, direttore area di Direzione Ospedaliera Asl Roma1. Componente: dottor Giuseppe Cimarello, direttore UOC primario Disciplina Direzione Medica di Presidio Ospedaliero, dottoressa Maria Teresa Schiena direttore UOC Governo della Domanda e Distribuzione delle risorse distretto C”.

Ebbene sì, il dottor Bifulco sarà giudicato dal dottor Cimarello e, viceversa, il dottor Cimarello sarà giudicato dal dottor Bifulco. Legittimo? Molto probabilmente sì, le maglie della legge in merito sono piuttosto larghe, ma ad occuparsi di valutazioni così importanti su ruoli così delicati come quelli ricoperti dai due dottori non dovrebbe essere l’Oiv (L’Organismo Indipendente di Valutazione)? O magari il responsabile dell’anticorruzione/antitrust? La valutazione in termini professionali è possibile che venga svolta da colleghi di lungo corso come i dottori Cimarello e Bifulco? Insomma, un organismo che dovrà controllare tutto questo e stabilire che questo meccanismo di giudizio si svolge nella piena legalità ci dovrà pur essere.

Speriamo che anche su questa vicenda venga fatta al più presto la giusta chiarezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui