Evidentemente a qualcuno hanno dato fastidio i manifesti che denunciavano lo spreco di soldi pubblici legato al progetto Sprar

I necrologi coprono i manifesti di Vallerano Tricolore, Polidori: “Ora basta, presentato esposto”

261
I necrologi che vanno a coprire i manifesti di Vallerano Tricolore

A Vallerano, primo Soviet della Tuscia, si fanno le prime prove tecniche di regime? I manifesti che denunciavano il costo (enorme) del progetto Sprar, ovvero quello dell’accoglienza migranti, sono stati coperti dai necrologi.

Una mossa completamente antidemocratica e che vede la complicità, del Comune a guida Pd. Il responsabile dell’attività funebre che ha attaccato i necrologi ha infatti dichiarato: “I canoni devono essere scelti e comunicati dal Comune, io mi sono limitato come sempre a svolgere il mio lavoro”. Difatti, a Vallerano esistono solo plance pubblicitarie e non (come da legge, tra l’altro) apposite plance dove affiggere gli avvisi funerari. Tralasciando il fatto che vedere i necrologi accanto ai manifesti pubblicitari è quantomeno di dubbio gusto, dovrebbe comunque essere il Comune a garantire “ordine” sulle plance.

Quella che doveva essere la scadenza dell’affissione, disattesa dal Comune

Jacopo Polidori, leader di Vallerano Tricolore, aveva il permesso di tenere i manifesti sulla plancia fino al 6 di agosto. Invece sono stati coperti il 31 luglio, più di una settimana prima della scadenza.

“Ora basta, non è la prima volta che succede. Stavolta presenterò un esposto perchè così la situazione non è più sostenibile”, ci dice Polidori, che poi prosegue: “Io non ce l’ho con chi svolge questo lavoro, sia chiaro, ma con il Comune che dovrebbe garantire quello che è un nostro diritto. Se non sono in grado neanche di garantire le affissioni lo dicano subito”.

A pensar male si fa peccato, ma difficilmente si sbaglia. Che a qualcuno in Comune abbiano dato fastidio i manifesti affissi da Polidori ed il suo gruppo? Non vogliamo pensare che dietro un atto talmente autoritario ci sia la mano dei democratici amici del Pd, per questo speriamo che si tratti di un malinteso. Anche Polidori e gli altri due consiglieri Ricciardi e Armenti si augurano che il sindaco Adelio Gregori faccia al più presto chiarezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui