Abbiamo deciso di dar voce ad una piccola ma conosciutissima realtà del viterbese: il Caffè Bagaglino

I ragazzi del Caffè Bagaglino uniti con il gruppo Ho.Re.Ca.

535

Approfittando del momento di stop forzato, i titolari del Caffè Bagaglino “Alessio” e “Piggi”, hanno deciso di parlare a riguardo del momento di crisi che la loro attività sta attraversando.

“Anche noi del caffè Bagaglino siamo stati colpiti duramente da questi eventi catastrofici che hanno sicuramente segnato la nostra epoca e cambiato definitivamente il nostro modo di vivere la quotidianità”, ci dicono i due ragazzi.

“C’è molta incertezza sul futuro, molta preoccupazione, ma anche molta voglia di mettersi in gioco, e mostrare con orgoglio che gli italiani magari si piegano, ma sicuramente non si spezzano… I nostri nonni hanno combattuto guerre per lasciare a noi la possibilità di vivere un futuro comunque dignitoso e con tante possibilità aperte, e sarà questo ciò che anche io e mi fratello abbiamo intenzione di fare: combattere, ma in modo diverso”, affermano.

“Il nostro modo di combattere è non soccombere alla crisi che ci attanaglia, resistere, studiare e valutare nuovi modi e possibilità di lavorare nella nuova “normalità” che si prospetterà.

Ora siamo a casa, questo periodo ci ha uniti di piu’. E’ tornato a ricordarci quanto importante sia il confronto e la condivisione di pensieri e preoccupazioni. Siamo entrati a far parte di un gruppo, la Ho.Re.Ca. unita, con lo scopo di stringerci attorno a tutti gli altri ristoratori colpiti da questa grave crisi, per chiedere risposte a chi ci governa e dovrebbe tutelarci. La nostra speranza è che, finalmente, verremo ascoltati”. Anche il Caffè Bagaglino quindi è vicina alla battaglia portata avanti da Paolo Bianchini e migliaia di altri ristoratori italiani tramite il movimento di protesta “Risorgiamo Italia”.

Il logo del Caffè Bagaglino

“Ciò che possiamo promettere è che non alzeremo bandiera bianca, che fino all’ultimo andremo avanti a testa bassa, dando sempre il massimo come abbiamo fatto dal primo giorno. Abbiamo alcune possibilità che non dobbiamo sottovalutare come la Garden Terrace, che offre ampi spazi all’aperto con adeguato distanziamento sociale e stiamo valutando i vari percorsi di ingresso e di uscita dal nostro locale”. Un cambiamento, quello che valutano i due viterbesi, obbligato dalle normative sul distanziamento sociale, ma non è l’unica ipotesi al vaglio.

“Stiamo cercando di ragionare al meglio su come suddividere gli spazi che ci sono stati messi a disposizione dal Centro Commerciale Murialdo, e vogliamo essere certi di offrire il miglior servizio possibile, rispettando con rigore ogni regola atta alla salvaguardia dei clienti e di gravita intorno al nostro locale.

Ci documentiamo, ci informiamo e studiamo nuovi progetti e nuove idee per dedicare ad ogni singolo cliente quell’attenzione che ci ha sempre contraddistinti. Saranno tempi duri senz’altro, ma abbiamo scelto questo lavoro per passione, e sarà la passione a guidarci all’uscita di questo tunnel”. Presteremo sempre il massimo rigore ed attenzionei anche nelle preparazioni e nelle accortezze di igiene e sicurezza nei nostri catering.

Infine due parole a tutti i clienti, con la promessa di rivedersi al bar: “Cambierà il modo di vivere, cambieranno le abitudini, e noi saremo li, per far si che le nuove abitudini siano liete e piacevoli come lo erano quelle prima del covid-19. Noi ci siamo, e mandiamo un grande abbraccio (virtuale, viste le disposizioni) a tutti i nostri clienti.

I ragazzi del Caffè Bagaglino: Alessio e Piggi

Ci mancate, ma è solo questione di tempo e torneremo a condividere con voi il piacere di una consumazione al bar. Che sia un caffè, un aperitivo, un pranzo rapido, o solo una scusa per darci il buongiorno e scambiare due parole in amicizia. A presto”.

Un grande in bocca al lupo da parte nostra ai ragazzi del Caffè Bagaglino che, con la loro simpatia, i loro enormi sacrifici ed enorme professionalità, hanno riportato alla vita una delle location storiche di Viterbo quale il Centro Commerciale Murialdo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui