“I tesori dell’arcobaleno” e “Dal cucuzzolo della montagna”, fondi regionali per la solidarietà

416
casciani troncarelli arena
Da sx: Maurizio Casciani, l'assessore regionale Troncarelli e il sindaco Arena

Due progetti per l’inclusione portati avanti grazie ai finanziamenti della Regione Lazio del bando “Comunità solidali”. Questa mattina nella Sala Regia di Palazzo dei Priori a Viterbo sono stati presentati i risultati dei lavori che hanno coinvolto ragazzi disabili e associazioni di volontariato.

Maurizio Casciani, presidente dell’associazione Onlus “Sorrisi che nuotano Eta Beta” ha espresso grande soddisfazione per le iniziative dell’ultimo anno legate al progetto “Dal cucuzzolo della montagna”. “Una cavalcata iniziata a dicembre 2018 – ha detto Casciani – che ha avuto come obiettivi lo sviluppo dell’autonomia dei ragazzi con disabilità e la loro inclusione nella società”. Tante le attività sciistiche svolte “fuori sede”, come la trasferta a Ovindoli, poi a Bardonecchia con le gare sportive, infine in Francia, dove 20 ragazzi hanno partecipato alla tappa finale del progetto.

casciani troncarelli
Il presidente di “Sorrisi che nuotano Eta Beta” e l’assessore Troncarelli

Graziella Iacoponi, presidente dell’associazione Onlus “Campo delle Rose”, ha parlato del progetto “I tesori dell’arcobaleno”, sviluppato intorno all’idea della costruzione di un giardino rigoglioso, dove prima c’era solo erba incolta. “I ragazzi con disabilità, a partire da febbraio, hanno trascorso i pomeriggi curando le piantine del campo – ha raccontato Graziella Iacoponi – che è stato chiamato ‘Giardino Arcobaleno’”.

Il dottor Marco Marcelli, direttore di Neuropsichiatria Infantile della Asl di Viterbo, ha spiegato l’importanza di aver portato avanti due progetti così diversi. “Le iniziative hanno messo alla prova i ragazzi con esperienze nuove – ha detto Marcelli – che aumentano l’autostima e di conseguenza la capacità di rapportarsi con gli altri e comunicare”. A seguire le testimonianze di alcuni volontari delle associazioni coinvolte nei due progetti, genitori di ragazzi che hanno partecipato.

Il sindaco Giovanni Arena ha parlato del valore che i ragazzi “con difficoltà” rappresentano per la società, a partire dalle scuole. “Ringrazio gli assessori Antonella Sberna e Alessandra Troncarelli per l’impegno che dimostrano in questo senso – ha detto Arena – ed è chiaro che la sinergia tra Enti e associazioni permette di raggiungere grandi risultati”. Infine, l’augurio ai disabili presenti in sala: “Che possiate essere sempre più autonomi e aiutare chi verrà dopo di voi!”.

L’assessore ai Servizi Sociali Antonella Sberna auspica che la programmazione di questi progetti possa integrarsi con le attività dei centri diurni. “Speriamo di essere di nuovo qua tra un anno a festeggiare altre vittorie”, ha detto l’assessore Sberna.

alessandra troncarelli
L’assessore regionale ai Servizi Sociali Alessandra Troncarelli

L’assessore regionale ai Servizi Sociali Alessandra Troncarelli ha detto che i finanziamenti di questo tipo devono essere sempre di più ampliati. “Tutto parte dal principio di benessere e centralità della persona – ha detto l’assessore Troncarelli – e si sviluppa attraverso la co-progettazione, che aumenta i servizi. Sentir pronunciare dai genitori parole come ‘vincere le paure’, ‘il sorriso dei figli’ è una grande vittoria e ci dimostra che siamo sulla strada giusta”.

Ha chiuso la conferenza il presidente della consulta del volontariato di Viterbo Sergio Insogna. “Il mio ringraziamento va alle istituzioni e ai rappresentanti delle associazioni di volontariato – ha detto Insogna – ma soprattutto a questi ragazzi, che sono la nostra gioia”.
Al termine dell’incontro, nella Sala degli Almadiani è stata inaugurata la mostra “Il Giardino Arcobaleno”, che si potrà visitare fino a sabato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui