I traffici merci con Maersk sono salvi. Il presidente di Majo ha dato l’ok allo scarico sulle banchine pubbliche

La decisione è stata presa presa in vista dell'accordo tra il terminalista e la società Cfft

734

La navi di Maersk che portano frutta esotica in container destinata ai magazzini refrigerati del Cfft ed all’Interporto potranno attraccare alle banchine pubbliche 24 e 25 sud. E’ questo l’impegno preso e sottoscritto ieri sera dal presidente dell’Autorità portuale Francesco Maria di Majo.

L’impegno assunto dal numero uno dell’ente portuale è l’epilogo positivo di una vicenda che negli ultimi giorni aveva creato tensioni nello scalo. Pur non arrivando ad emettere una vera e propria ordinanza (peraltro non consentita dalla legge come avevano ricordato lo stesso di Majo e la segretaria Roberta Macii nella conferenza di martedì), di fatto viene scongiurata la perdita di clienti importanti come Chiquita e lo stesso Maersk e le conseguenze negative sia dal punto di vista occupazionale che della immagine stessa del porto.

La lettera nella serata di ieri non era stata ancora inviata ai vertici della società italo-belga, ma il suo contenuto è stato letto e sottoposto ai rappresentanti del Comitato di gestione, riuniti a Molo Vespucci per l’approvazione del Bilancio e del Pot.
Nel documento viene specificato che questa sorta di autorizzazione è arrivata in seguito alla riunione positiva tra Cfft e Rtc di mercoledì a Fiumicino e alla possibilità di arrivare ad un accordo tra le parti per rilanciare i traffici e l’Interporto. Viene comunque ribadito che l’utilizzo delle banchine pubbliche è “destinato” alla merce refeer e vi possono essere scaricate solo minime percentuali di “dry”.

“L’Authority – ha commentato il rappresentante dell’Area Metropolitana Matteo Africano – ha recepito le istanze nostre, del cluster marittimo e dei sindacati. Un impegno chiaro stavolta che va nella direzione di non perdere traffici importanti”.
“Non ho ancora letto la lettera – ha detto il vice presidente del Cfft Sergio Serpente – ma se il contenuto è questo, va nella direzione degli impegni presi anche da parte nostra. Per i nostri clienti va bene”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui