IL BELLO E IL BRUTTO DELLA SETTIMANA

183

Prosegue l’appuntamento con la rubrica de La Mia Città News. Una sorta di diario settimanale per narrare i fatti e gli accadimenti più significativi a livello locale ma non solo.

Una narrazione forse opportuna in tempi in cui le notizie corrono veloci e la memoria tende a rimpiazzarle nel volgere di poche ore

 

Domenica 4 aprile

Bollettino Asl: In questa domenica di Pasqua i casi di positività nella Tuscia sono 38, compresi gli 8 di Viterbo.

Pasqua di vaccinazioni: Non si ferma neanche in questa giornata di festa la campagna di somministrazione delle dosi vaccinali. Resta il problema delle forniture dei sieri tra tagli e ritardi.

AstraZeneca: L’Olanda sospende temporaneamente l’inoculazione del vaccino anglo-svedese. Stesso provvedimento in Francia e in Germania per gli under 60.

Giordania: Sventato un complotto per rovesciare re Abdallah. Arrestata una ventina di persone che hanno partecipato al tentativo di colpo di Stato, coinvolto il fratellastro del monarca.

 

Lunedì 5 aprile

Lockdown: Oggi ultimo giorno della blindatura in rosso delle festività pasquali.

Bollettino Asl: Pasquetta vede un rialzo dei contagi, salgono a 56 complessivamente nel Viterbese, tra cui i 7 del capoluogo e gli 11 di Tarquinia.

AstraZeneca: Ancora dubbi sul vaccino anglo-svedese per i decessi causati da trombosi cerebrale, la somministrazione viene bloccata totalmente in Olanda.

Vaccini: In Italia 11 milioni le inoculazioni eseguite. Le dosi arrivate nel nostro Paese ad oggi sono solo il 50% di quelle attese. Prevista, tra maggio e giugno, la fornitura di 40 milioni di sieri.

Gran Bretagna: Il primo ministro Boris Johnson annuncia la fine del lockdown, riaperture dal 12 aprile.

 

Martedì 6 aprile

Lazio: Concluso il periodo in fascia rossa per Pasqua oggi il Lazio torna in arancione, riaprono le scuole e i negozi anche non essenziali.

Bollettino Asl: Oggi nella Tuscia si registrano 20 nuovi casi positivi, tra cui 5 a Viterbo. Tarquinia dopo l’exploit degli 11 di ieri oggi è a 0 contagi.

Crisi occupazionale: L’Istat rivela che da inizio pandemia in Italia sono andati persi 945mila posti di lavoro a febbraio 2021 rispetto allo stesso mese del 2020.

Chiusure imprese: Proteste dei ristoratori in piazza a Roma, esasperati per le chiusure e i mancati o tardivi indennizzi. L’intrusione nella manifestazione di facinorosi innesta violenti scontri con la polizia.

Francia: Il presidente Macron annuncia che da questa settimana viene avviata la produzione autonoma dei vaccini. Intanto migliaia di dosi AstraZeneca restano nei frigoriferi a causa delle persone che rinunciano per i timori legati ai casi di trombosi.

 

Mercoledì 7 aprile

Scuole: Ritorno in presenza nelle aule, fino alla prima media nelle zone rosse mentre in quelle arancioni fino alle medie. Superiori in Dad dal 50 al 75%.

Pfizer: Distribuito oggi alle Regioni un milione e mezzo di vaccino mentre AstraZeneca, in attesa della nuova valutazione di Ema dopo i casi di trombosi cerebrale, annuncia la riduzione dei sieri che avrebbe dovuto consegnare entro il 14 aprile. Intanto la Francia  vieta l’utilizzo del vaccino anglo-svedese sotto i 55 anni e la Germania sotto i 60.

Bollettino Asl: Oggi sono 33 i nuovi casi di positività nella Tuscia, tra cui i 7 di Tarquinia e i 6 di Viterbo.

Orte: Il consiglio comunale con 7 voti a 6 approva la mozione di sfiducia al sindaco, cade l’amministrazione Giuliani.

Chiusure: Oggi a scendere in piazza a Roma per protestare contro le serrate, economicamente sempre più insostenibili, sono i venditori ambulanti.

Turchia: Un vergognoso sgarbo istituzionale quello compiuto da Erdogan nei confronti della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen per la quale non era stata predisposta una sedia durante i colloqui ad Ankara. Una ‘svista’ che, oltre ad essere un affronto all’Europa, è significativo della considerazione del rais turco verso le donne (vedi l’abolizione della Carta di Istanbul). Ma ancora più inqualificabile, se possibile, il comportamento del presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il quale dopo essersi fiondato sull’unica sedia predisposta di fianco a Erdogan, di fronte  all’imbarazzo della von der Leyen rimasta in piedi, non accenna ad alzarsi anzi si accomoda meglio e con un ghignetto malizioso.

 

Giovedì 8 aprile

AstraZeneca: Il ministero della Salute con una circolare lo raccomanda per gli over 60, dopo la valutazione di Ema che invece non pone limite d’età e, pur riconoscendo la plausibilità del nesso di causalità nei casi di trombosi cerebrali, ribadisce che i benefici superano i rischi.

Bollettino Asl: In rialzo il numero dei contagi nella nostra provincia che salgono a 56, tra cui i 14 segnalati nel capoluogo.

Italia-Turchia: Si rischia l’incidente diplomatico. Il presidente del consiglio Draghi, sollecitato su quanto accaduto ad Ankara, definisce Erdogan un dittatore. Immediata la reazione turca che chiama a rapporto l’ambasciatore italiano di sede in Turchia.

Turismo: il ministro Garavaglia individua in maggio la possibile data di riapertura delle imprese del settore.

 

Venerdì 9 aprile

Tragedia a Belcolle: Un episodio drammatico ha commosso l’intera città. Un neonato di neanche un mese è deceduto all’ospedale. Il giovane padre ha gridato tutto il suo dolore sui social “Me lo avete portato via per la vostra incapacità…” e racconta di essersi recato con il piccolo, di 20 giorni, quattro volte in una settimana a Belcolle, sempre rimandato a casa. Poi nelle ultime 24 ore il bimbo, come dichiara il padre, è stato sottoposto a “ventilazione, 4 terapie differenti, farmaci su farmaci”. La Asl ha avviato un’indagine interna.

Bollettino Asl: Prosegue l’altalena della curva pandemica nella Tuscia  oggi in calo a quota 40, in rialzo di due unità rispetto a ieri invece a Viterbo dove si registrano 16 nuovi contagi.

Nepi: L’ufficio della polizia locale chiuso per Covid. Un vigile urbano, non residente nella cittadina, risulta positivo. Per precauzione tutto il personale, in attesa di sottoporsi a tampone, è in isolamento domiciliare.

Ristoranti aperti: Paolo Bianchini, presidente nazionale Mio Italia, apre per pranzo e cena il suo locale a Viterbo. Una provocazione, in zona arancione, “per aprire gli occhi alla politica”.

Prato Giardino: Il parco di Viterbo, 4 ettari e mezzo di superficie, è interessato da vari interventi di riqualificazione promossi dall’amministrazione Arena. Un progetto impegnativo e di grande respiro, l’ultimo risale agli anni ’20, da 350mila euro.

Gran Bretagna in lutto: Muore il principe Filippo a 99 anni, di cui 73 trascorsi come marito della regina Elisabetta. Nell’autunno di tre anni fa aveva abbandonato tutte le cariche pubbliche. A giugno avrebbe compiuto 100 anni.

 

Sabato 10 aprile

Tragedia a Belcolle: Aperto un fascicolo di indagine, al momento contro ignoti, per omicidio colposo in merito al decesso del neonato di 20 giorni. La Procura ha disposto l’esame autoptico sul piccolo per capire le cause della morte.

Bollettino Asl: In leggero aumento i contagi nella Tuscia oggi sono 43 mentre si registra un calo significativo in quelli di Viterbo che dai 16 di ieri passano ai 7 odierni.

Vaccinazioni: Oggi il sindaco di Viterbo Giovanni Arena si sottopone alla somministrazione della prima dose di Pfizer presso la Casa della Salute di Bagnoregio.

Campagna vaccinale: Stop alle somministrazioni per categorie. Il commissario Figliuolo firma l’ordinanza che stabilisce la priorità per over 80 e persone fragili.

L’obiettivo resta quota 500mila vaccinazioni giornaliere condizionato però dalle forniture a singhiozzo dei sieri da parte delle case farmaceutiche.

Furbetti del reddito di cittadinanza: Nel Viterbese sono state scoperte, ad oggi, 44 persone che lo hanno percepito senza averne diritto. Un danno per le casse dello Stato che si aggira attorno ai 300mila euro e un vergognoso schiaffo ai veri indigenti.

Caso migranti nave Gregoretti: Il Pm di Catania chiede il non luogo a procedere per Salvini. Per la pubblica accusa non ci fu sequestro di persona e il Governo condivideva la linea dell’ex ministro dell’Interno. Già in precedenza, per due volte, la Procura di Catania aveva chiesto l’archiviazione del caso. Ma il tribunale dei ministri del capoluogo siciliano, con propria istruttoria, aveva chiesto e ottenuto dal Parlamento l’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini.

 

Appuntamento alla prossima settimana con l’auspicio che le buone notizie quantomeno pareggino il conto con quelle meno positive.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui