Il calciatore di Pianoscarano, Leonardo Bonucci, campione anche di beneficenza

234

I calciatori, dal punto di vista economico, sono fortunati. Alcuni di loro non esitano a mettere a disposizione degli altri parte delle loro risorse nei momenti di difficoltà. Leonardo Bonucci, campione nato e cresciuto a Pianoscarano, non dimentica le sue origini.

Secondo di due figli, nel quartiere storico di Pianoscarano, ricco di tradizioni e di viterbesità, cominciò la sua eccezionale carriera sportiva, giocando a calcio con i compagni.
Suo fratello Riccardo, maggiore di cinque anni, è stato calciatore in Serie C1 con la Viterbese, e a livello dilettantistico in squadre della provincia di Viterbo.

Nel 2020, anno della pandemia, Leonardo Bonucci ha fatto una donazione importante all’ospedale di Belcolle e alla Città della Salute di Torino.
Nel giugno scorso iniziò la distribuzione di 10mila mascherine commissionate a un’azienda trevigiana, destinate ad associazioni di volontariato della Tuscia.

Inoltre, alla fine del 2019, uscì il suo libro “Il mio amico Leo”, dedicato alla lotta contro il bullismo. Il ricavato della vendita dei libri venne interamente destinato all’associazione Agop Onlus, Associazione genitori oncologia pediatrica.

Intanto, con la Juve, ha ripreso a darsi da fare per i prossimi impegni già dall’inizio del 2021 partecipando all’allenamento insieme a tutti i suoi compagni bianconeri.

Uno scudetto anche per il suo modo di essere attivo nella solidarietà.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui