Il Comitato 10 Febbraio invita tutti a celebrare il Giorno del Ricordo per le Foibe

792

Il Comitato 10 Febbraio di Viterbo, invita tutti a celebrare “Il Giorno del Ricordo” e a intitolare vie, piazze e giardini ai Martiri delle foibe e in particolare alla giovane studentessa Norma Cossetto.

 

“Il Giorno del Ricordo è una solennità nazionale istituita con la Legge 92 del 30 marzo 2004 – ricorda il presidente del C10F di Viterbo, Maurizio Federici – è quindi una commemorazione dello Stato Italiano tesa a conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre e delle vicende del confine orientale d’Italia.

Migliaia di italiani vennero gettati, spesso ancora vivi, nelle foibe e 350 mila nostri connazionali furono costretti con la violenza ad abbandonare le loro case ed essere esuli in Patria. In Italia furono accolti dall’ostilità del partito comunista asservito a Mosca, poiché gli esuli dall’Istria e dalla Dalmazia potevano testimoniare il vero volto del marxismo, feroce e sanguinario. Le foibe sono state una grande tragedia – conclude Federici – che ancora oggi qualcuno cerca di giustificare, negare o sminuire, etichettando le vittime come morti di serie B.”

 

“Ben vengano le iniziative dei Comuni per ricordare le vittime di questa infamia – dichiara il dirigente nazionale del C10F, Silvano Olmi – invitiamo le amministrazioni comunali della Tuscia e gli istituti scolastici a celebrare degnamente Il Giorno del Ricordo, e a intitolare vie, piazze e giardini ai Martiri delle foibe. Tra questi la coraggiosa Norma Cossetto, giovane studentessa istriana, sequestrata, ripetutamente violentata e gettata in una foiba dai partigiani comunisti slavi. La Repubblica Italiana le ha conferito la Medaglia d’Oro al Merito Civile alla memoria.”

Comitato 10 Febbraio, Viterbo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui