Il Comune di Viterbo blocca i conti alla Talete

515
acqua-arsenico

Il Comune di Viterbo ha bloccato i conti della società idrica Talete, di cui possiede il 22% delle quote. Il motivo sta nel fatto che la società non ha corrisposto al Comune le rate di mutuo dal 2007 al 2014, per un totale di oltre 4 milioni di euro. Il Comune di Viterbo aveva già fissato un ultimatum entro il quale la Talete avrebbe dovuto corrispondere la cifra, anche a rate, ma adesso il tempo è scaduto. Al momento, la società che si occupa della gestione dell’acqua si ritrova senza un euro nei conti correnti.
Nei giorni scorsi la nomina del nuovo consiglio d’amministrazione di Talete da parte dei sindaci dei Comuni soci aveva fatto scontrare il primo cittadino di Viterbo Giovanni Arena e il senatore della Lega Umberto Fusco. Il senatore aveva infatti suggerito di rimandare l’elezione del cda a dopo le elezioni del 26 maggio. Per oggi pomeriggio è stato indetto un incontro a Palazzo dei Priori tra i capigruppo di maggioranza e il sindaco di Viterbo Giovanni Arena per un confronto sul tema. Per venerdì mattina è invece prevista la prima riunione del consiglio d’amministrazione di Talete.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui