Il consigliere Catini presenta una mozione per il contributo comunale a copertura delle spese SIAE degli spettacoli

94

Oggi, durante il consiglio comunale di Tarquinia, è stata presentata una mozione che chiede all’amministrazione comunale di erogare un contributo a copertura delle spese per la SIAE.

A promuoverla Manuel Catini, della Lista Obiettivo Comune, che oggi è entrato ufficialmente a far parte dell’assise comunale al posto del dimissionario Gianni Moscherini.

“L’amministrazione comunale ha tra i suoi obiettivi la promozione turistica e delle attività culturali e dello spettacolo – ha detto Manuel Catini – e il sostegno alle associazioni culturali cittadine. L’emergenza pandemica ha impedito, di fatto, lo svolgimento della stragrande maggioranza delle attività culturali e di spettacolo. La pandemia sembra avviata ad esaurirsi – ha proseguito il consigliere comunale – e le limitazioni imposte dallo stato emergenziale sono destinate a terminare e c’è la necessità di sostenere la ripresa turistica e culturale di Tarquinia.

Per questo ho chiesto a tutto il consiglio comunale di approvare questo provvedimento che prevede la concessione di un contributo, quale rimborso delle spese SIAE, ai pubblici esercizi e alle associazioni culturali che nel periodo 15 giugno – 15 settembre 2021 organizzeranno musica dal vivo e piccoli spettacoli all’aperto, nelle adiacenze delle proprie attività, su aree pubbliche e senza il pagamento di un biglietto d’ingresso.

La concessione del contributo sarà regolata da apposito bando – ha concluso Catini – corredato da uno schema di domanda, approntati dagli uffici competenti. Potremo così dare un segnale concreto a sostegno della ripresa economica e turistica di Tarquinia. Mi auguro che i consiglieri comunali facciano prevalere il buonsenso e che si arrivi uniti all’approvazione di questa mozione nel Consiglio Comunale previsto nelle prossime settimane.

Manuel Catini, consigliere comunale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui