Nonostante la bocciatura della mozione da parte della maggioranza la raccolta firme continua

Il consigliere Polidori (Vallerano Tricolore) presenta una mozione per la riapertura dell’ospedale Sant’Anna di Ronciglione

199

Il consigliere comunale di Vallerano Tricolore, Jacopo Polidori, nell’ultima seduta del consiglio comunale, svoltasi il 5 ottobre 2020, ha presentato una mozione volta a discutere la riapertura dell’ospedale Sant’Anna di Ronciglione. Nella mozione si richiedeva di mettere a disposizione almeno qualche ambulatorio di medicina.

Nella proposta della minoranza viene ribadita l’importanza della riattivazione dell’ospedale anche per il viterbese “che potrebbe usufruirne per evitare il sovraffollamento all’ospedale di Belcolle ed offrire un servizio di assistenza migliore rispetto ad oggi”.

La mozione, con un’astensione da parte di Rifondazione Comunista, è stata bocciata dalla maggioranza.

Polidori afferma: “Durante la votazione il vicesindaco Luca Poleggi non ha partecipato, uscendo dall’aula in quanto si sarebbe trattato di conflitto d’interesse.” Poleggi è infatti dipendente della Asl. “Apprezzo la sua onestà – ci confida Polidori – ha dato un parere tecnico in quanto la Asl ha scelto un altro percorso quindi non punta più su ospedali periferici ma sui 2 milioni e 4 destinati all’apertura della ‘Casa della salute’. Probabilmente si tratta di politica aziendale – continua il consigliere – non avendo conoscenze tecniche-amministrative non discuto, ma noi crediamo fortemente che la popolazione di Ronciglione, e non solo, abbia una percezione diversa, credo che i residenti sentino la necessità di una struttura ospedaliera in loco, per questo continueremo a chiedere l’apertura, crediamo in questa battaglia.”

La riapertura dell’ospedale di Ronciglione è un argomento ormai discusso più volte: recentemente è stata aperta una petizione al riguardo e sono state raccolte diverse firme per chiedere alla struttura di ripartire e tornare quindi a svolgere alcuni servizi sanitari fondamentali per i cittadini, costretti a recarsi a Belcolle in caso di necessità. Spesso per i residenti esterni alla città di Viterbo risulta difficile raggiungere l’ospedale, anche per cause morfologiche. Infatti molte volte nella zona dei Monti Cimini, soprattutto d’inverno, le condizioni atmosferiche non sono delle migliori se non, a volte, pericolose.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui