La ricerca muove dall'analisi delle acque reflue della città spagnola in quel periodo, dove sono state trovate tracce del virus

Il Covid circolava in Europa già da marzo 2019: lo studio dell’Università di Barcellona

407

Il Sars-CoV-2 starebbe circolando in Europa già da marzo 2019, molti mesi prima rispetto alla scoperta dei primi casi ufficiali in Cina e negli altri Paesi: è quanto sostiene uno studio realizzato dall’Università di Barcellona che sta facendo discutere i virologi di tutto il mondo in queste ore.

La ricerca spagnola muove dell’analisi delle acque reflue della città di Barcellona raccolte nel periodo di marzo 2019, che avrebbero riportato significative tracce del virus, a dimostrazione che a quell’epoca stesse già circolando tra la popolazione.

Lo studio dell’équipe di Barcellona sin dalla sua recente diffusione ha scatenato moltissime discussioni tra gli esperti internazionali.

Se, infatti, la tesi venisse confermata dagli approfondimenti degli studiosi, significherebbe che il Covid era tra noi già da molto prima rispetto alla dichiarazione dello stato di pandemia dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, e, soprattutto, i primi pazienti contagiati sarebbero stati trattati come se affetti da una normale influenza.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui