Dal 28 giugno tutta l'Italia sarà zona bianca ma le mascherine dovranno comunque essere indossate in vista di assembramenti

Il Cts dà il via libera alla mascherina all’aperto. Speranza: “Dal 28 giugno superiamo l’obbligo”

172

Da lunedì 28 giugno, l’Italia passa in zona bianca e non ci sarà più l’obbligo di indossare le mascherine all’aria aperta, tranne per la Valle d’Aosta che potrebbe restare in zona gialla. A darne notizia è stato il ministro della Salute, Roberto Speranza, successivamente al via libera annunciato dal Comitato tecnico scientifico dopo un confronto durato oltre due ore.

Il ministro, sottolinea l’importanza del rispetto delle indicazioni precauzionali del Cts, che ha stabilito alcune linee guida da seguire. Infatti, dovremmo continuare a portare con noi la mascherina e indossarla in condizioni di assembramento, oltre che in tutti i mezzi di trasporto pubblico quindi nei luoghi chiusi. La mascherina rimane uno dei mezzi più efficaci per la riduzione della circolazione del virus.

La decisione è stata condizionata dagli ottimi risultati che riguardano i contagi in tutto il Paese – notevolmente in calo – e soprattutto dalla percentuale di vaccini somministrati alla massa. In Italia circa il 53% della popolazione ha ricevuto almeno la prima dose.

Ricapitolando: non sarà più necessario indossare la mascherina all’aperto ma sempre mantenendo le dovute distanze dai non conviventi, nei luoghi chiusi – come negozi e centri commerciali – rimane l’obbligo di indossarla, mentre per bar e ristoranti rimangono le regole già in vigore.

Insomma, sembrerebbe che il Paese si stia avvicinando ad un ritorno alla normalità, senza più restrizioni ed obblighi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui