Il difensore insiste: “Pang è profondamente pentito e chiede scusa. Mai in carcere negli Usa”

L'avvocato Sicilia sottolinea che il ragazzo in America è stato solo sottoposto ad una procedura di "messa in prova".

271
Michael Aaron Pang, reo confesso omicida di Norveo Fedeli

“Pang è un ragazzo molto credente, così come la sua famiglia, quindi è visibilmente sconvolto dal tremendo omicidio che ha confessato.

Remigio Sicilia, l’avvocato difensore del giovane assassino di Norveo Fedeli ci tiene a sottolineare lo stato di profondo pentimento del ragazzo che non riesce a capacitarsi di “aver privato della vita il signor Norveo e per questo chiede scusa e perdono ai familiari dell’uomo, all’intera città di Viterbo ma anche ai suoi genitori per averli posti in questa situazione di sofferenza”.

Quanto alle dichiarazioni circa la passata detenzione di Pang negli Stati Uniti, l’avvocato Sicilia sottolinea che: “il mio assistito in America non ha scontato nemmeno un giorno di galera, ma è stato solo sottoposto ad una procedura di “messa in prova”, un provvedimento simile ai lavori di pubblica utilità qui in Italia.

All’epoca dei fatti, il giovane era minorenne e se fosse stato accusato nel nostro Paese ritengo che non sarebbe stato nemmeno condannato.”

“Ci tengo a ribadire – conclude – l’assoluto pentimento del ragazzo che ora in carcere sta prendendo consapevolezza, mano mano, del tremendo gesto che ha compiuto che accresce progressivamente anche il suo dolore.

Nel frattempo anche la famiglia di Norveo Fedeli tramite il proprio legale, Fausto Barili – ha diffuso una nota, facendo sapere che si costituirà  parte civile nel processo.

“La famiglia Fedeli ringrazia di cuore le Autorità viterbesi, i cittadini di Viterbo e di Nepi e tutti gli italiani che hanno dimostrato il loro affetto al caro Norveo e che sono stati vicino alla famiglia in ogni modo, alleviando, per quanto possibile, il nostro dolore.
Un ringraziamento particolare va alle forze dell’ordine per la tempestività, l’impegno e la professionalità che hanno permesso di assicurare alla giustizia l’autore di un tale delitto”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui