Prende sempre più forza l'ipotesi della possibile alleanza tra Forza Italia e Pd per le Comunali 2022

Il futuro politico di Viterbo? Tutto da delineare, tra traslochi in altri partiti e recupero di credibilità

218

Sembrano amplificarsi le voci su quali forze politiche potrebbero essere pronte ad allearsi in vista delle Amministrative 2022 a Viterbo.

Non più solo rumors, qualcuno inizia a uscire allo scoperto e parla apertamente di un’alleanza di larghe intese con Pd, M5s, forze civiche e Forza Italia.

E’ vero che negli ultimi anni le ideologie sembrano appannate, e chi ci punta viene tacciato di populismo, ma per il cittadino comune chiamato poi alle urne la confusione è totale.

E’ altresì vero che in una piccola città, alle elezioni locali, spesso si vota la persona. Ma se questa è rappresentativa di un partito gradito, all’elettore viene più facile esprimere la preferenza.

Forza Italia, finora considerato partito moderato di centrodestra, pare ora convertito a una diversa direzione. Ed è la forza politica che ha più da perdere, sembrando destinata a fare da comprimario – forse più da spalla – al partito democratico.

Come in Provincia, dove per esprimendo il presidente, è comunque piccola azionista di maggioranza con due soli consiglieri rispetto ai cinque del Pd.

E qualcuno – si parla dell’ex assessore Antonella Sberna e dell’ex consigliere Matteo Achilli – sarebbe pronto, valigie in mano, a trasferirsi altrove. Direzione probabile? Fratelli d’Italia, in cui potrebbe confluire anche l’ex assessore comunale ed ex consigliere regionale Daniele Sabatini.

Per ora si è solo ai primi abboccamenti di quelle che si prospettano come intense e non facili manovre.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui