Il giorno di Santa Lucia fra tradizioni, storia e culto

193
santa lucia
Santa Lucia condotta al martirio, opera di Pietro Novelli del XVII sec

” Santa Lucia, la notte più corta che ci sia”. Secondo la tradizione popolare il giorno di Santa Lucia è il più corto dell’anno anche se, scientificamente, è il 21 dicembre, giorno del solstizio d’inverno.

Santa Lucia è la protettrice della vista ed è considerata patrona di tutti coloro che hanno problemi agli occhi. Il 13 dicembre è il giorno dedicato al suo culto.

Lucia è la patrona di diversi comuni in tutta Italia. Ai bambini di alcune località porta i doni.

La tradizione vuole che Lucia un tempo fosse anche conosciuta come protettrice delle donne nubili: andare ad una delle messe celebrate nel giorno di Santa Lucia, significava per le giovani in cerca di marito, soprattutto quelle senza dote, rendere pubblica la volontà di sposarsi. Oggi, quindi, regalare un pezzo di buon torrone artigianale all’innamorata può ancora assomigliare a una dichiarazione d’amore o d’affetto.

Quest’anno, a causa del Covid, tutti i mercatini sono stati annullati: quello dedicato alla Santa era uno dei più dolci con caramelle, cioccolato, bon bon, croccanti, torrone con mandorle o noci, ma anche con l’immancabile marzapane. Non mancavano nemmeno bancarelle con giocattoli, abbigliamento e tutti i prodotti di artigianato che rendevano preziosi gli acquisti per i regali di Natale.

Secondo l’agiografia, Lucia, il cui nome deriva dal latino Lux, “luce”, nome comunemente dato ai bambini che nascevano all’alba, era una giovane donna proveniente da una famiglia nobile di Siracusa, promessa sposa ad un giovane pagano. Orfana da padre dall’età di 5 anni, viveva con sua madre Eutychia che era gravemente malata. Dopo un pellegrinaggio al sepolcro di Sant’Agata per implorare la Santa di curare sua madre, Lucia la sognò e le disse che lei stessa avrebbe potuto guarirà con la fede.

Eutychia miracolosamente guarì dal suo male e Lucia decise di consacrarsi a Cristo e di devolvere la sua dote ai poveri.
Durante le persecuzioni ordinate da Diocleziano, Santa Lucia aiutò i cristiani a nascondersi nelle catacombe. Fu allora che nacque la rappresentazione della Santa con la corona di candele sul capo che tutti conosciamo: pare che fu per la necessità di avere le mani libere che Santa Lucia s’ingegnò di portare delle candele legate ad una ghirlanda che portava sul capo, mentre aiutava gli altri cristiani a farsi strada nei sotterranei della città.

Dal canto suo, il giovane pretendente, ignorato da Lucia, volle vendicarsi della sua promessa e la denunciò come cristiana. La giovane fu così portata in tribunale, minacciata e martirizzata finchè morì il 13 dicembre 304 d. c.

Un’altra leggenda, apparsa intorno al XV secolo, vuole che la Santa, promessa ad un giovane uomo, incantato dalla bellezza dei suoi occhi, rifiutò di sposarlo e preferì sacrificargli i suoi occhi, che lei gli offrì su un piatto. Fu in quel momento che il miracolo si compì: la Santa riebbe degli occhi, ancora più belli. Il fidanzato chiese che lei gli sacrificasse pure quelli, ma lei si rifiutò. Colmo di rabbia, lui la uccise con un colpo al cuore. Da quel momento, Santa Lucia divenne protettrice degli occhi.

Auguri a chi porta il nome Lucia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui