Il Medioevo narrato tramite le abitazioni e i borghi, grande successo per il convegno internazionale tenuto a Soriano nel Cimino

125

Per quattro giorni Soriano nel Cimino è diventato luogo di incontro e confronto, in via telematica, per esperti nazionali e internazionali su un’età della nostra storia spesso raccontata come una delle più buie.

Il convegno internazionale di studi “La città e le case. Normative, funzioni e spazi (XII-XIV secolo)” ha aperto una finestra sul Medioevo per conoscere i segreti delle abitazioni e dei borghi di uno dei periodi più misteriosi della storia.

L’iniziativa, che si è tenuta in modalità telematica dal 7 al 10 aprile, si è conclusa tra applausi virtuali e una grande partecipazione in streaming.

L’evento ha visto coinvolti prestigiose università italiane e straniere e numerosi esperti di livello internazionale.

I relatori, che sono intervenuti nelle varie giornate del convegno, hanno portato alla luce i più recenti studi nel settore, offrendo contributi preziosi che spaziano dall’Archeologia Medievale alla Storia dell’Urbanistica e fino alla Storia dell’Architettura.

Un percorso interessante e di grande valore che ha aperto un confronto anche sulle recenti ricerche effettuate sull’edilizia e sulle tecniche costruttive medievali, con particolare riferimento agli aspetti urbanistici.

Il convegno è nato dalla sinergia tra l’Università della Tuscia (DISTU), l’Associazione Storia della Città, il Comune di Soriano nel Cimino ed il Museo Civico dell’Agro Cimino. L’iniziativa, che ha visto il patrocinio della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale, della SAMI (Società degli Archeologi Medievisti Italiani), della Fondazione Carivit e dell’Ente Sagra delle Castagne di Soriano nel Cimino, ha coinvolto un grande numero di partecipanti.

Un sentito ringraziamento a tutti i partecipanti e agli organizzatori è stato espresso dall’amministrazione comunale di Soriano che ha dichiarato: “Un’iniziativa di grande prestigio che abbiamo avuto l’onore di ospitare, seppure in modalità telematica, nella nostra cittadina. Ci auguriamo di poter organizzare presto, ed in presenza, convegni e giornate di studio di tale valore”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui