Il consigliere di Forza Italia lancia il suo messaggio di buonsenso ai viterbesi e li invita a non abbandonare i locali, senza però abbassare la guardia: "Rispettando le regole i nostri imprenditori continueranno a vivere!"

Il messaggio del consigliere Achilli: “Non smettiamo di frequentare i nostri ristoranti, bar e locali”

132
matteo achilli
Matteo Achilli, consigliere con delega ai rapporti con le associazioni e le società sportive

Nel Lazio salgono i contagi, anche oggi la Tuscia ha registrato più di 100 positivi e regna l’incertezza nel futuro dei viterbesi. Il coprifuoco, misura criticata da destra a sinistra, è entrato in vigore da ieri e già si vedono i primi tristi risultati, con il centro storico praticamente deserto.

Ieri sera, il consigliere comunale con delega allo sport Matteo Achilli ha voluto lanciare un messaggio a tutti i viterbesi: “Non smettiamo di frequentare i nostri ristoranti, bar e locali. Non esistono zone rosse, esistono solo aree in cui serve senso di responsabilità e rispetto delle regole. Rispettando le regole i nostri imprenditori continueranno a vivere!”, il tutto accompagnato da una foto in cui il consigliere di Forza Italia si gusta un buon piatto di pasta alla gricia.

Noi abbiamo contattato Matteo Achilli per chiedergli alcune opinioni a riguardo della situazione che stanno attraversando in questi giorni Viterbo e l’Italia.

La foto pubblicata ieri su Facebook dal consigliere Matteo Achilli

“Il coprifuoco – afferma Achilli – a mio modo di vedere non è certo una misura che aiuta i commercianteied i cittadini, perchè non va ad incidere sul contagio. Io potrei anche uscire alle 19 e sarei comunque esposto ad un rischio molto elevato di contagiarmi, rischio certamente minore all’una di notte. Voglio comunque sia prendere le distanze da quanto successo a Napoli perché prendersela con le forze dell’ordine, che fanno soltanto il proprio lavoro, non è giusto ed a loro va tutta la mia solidarietà”.

Il consigliere entra poi nel merito del messaggio di buonsenso da lui lanciato ieri sera sui social: “Non esiste una zona rossa ma bisogna avere responsabilità e massimo rispetto delle regole. Io mi metto nei panni degli imprenditori, ieri sera fino alle 23:45 saremmo state circa 70 persone in tutto il centro storico, è chiaro che l’economia della città ne risente. Non dobbiamo abbandonare il nostro centro storico, i locali, i bar ed i negozi che hanno fatto investimenti affinché le persone potessero entrare nei loro locali in tutta sicurezza”.

Achilli è comunque ben conscio della situazione Covid a Viterbo e provincia, pertanto invita anche e soprattutto a non abbassare la guardia: “Io sono sicuro, come tanti altri, che questo periodo passerà, ma Viterbo è da tenere sott’occhio perché ogni giorno escono fuori molti casi di positività, che siano tamponi ‘di controllo’ o nuovi positivi, è giusto tenere le antenne drizzate al fine di contenere il virus, ma non credo che la soluzione possa essere un nuovo lockdown”.

Infine, il consigliere di Forza Italia fa i complimenti ai viterbesi per il loro senso civico e promette impegno da parte dell’Amministrazione nel trovare soluzioni: “I viterbesi sono cittadini straordinari che rispettano regole e hanno voglia di superare questo terribile momento, ne vale economia della città e noi come Amministrazione faremo la nostra parte”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui