Il ministro Massimo Garavaglia e Vittorio Sgarbi in visita al borgo sospeso di Vitorchiano

391

Vitorchiano- Ad accogliere il ministro del Turismo Massimo Garavaglia e l’onorevole Vittorio Sgarbi, ieri, sera 16 settembre,  a Vitorchiano, erano tanti: il senatore Umberto Fusco, il sindaco di Viterbo Giovanni Arena e di Vitorchiano Ruggero Grassotti, il presidente del Consiglio Comunale di Viterbo Stefano Evangelista, gli assessori viterbesi Claudio Ubertini, Ludovica Salcini,  Alessia Mancini,  i consiglieri, Gianmaria Santucci e Paola Bugiotti, il capogruppo della Lega in Consiglio Comunale Andrea Micci, i candidati sindaci in altri comuni e l’ex di Capodimonte Antonio De Rossi e di Vitorchiano Gemini Ciancolini, una folta rappresentanza delle donne del Dipartimento per le politiche femminili e della Famiglia con la coordinatrice Rosa Maria Purchiaroni, altri coordinatori provinciali del partito e dei Dipartimenti, alcuni cittadini di Vitorchiano e simpatizzanti della Lega.

Il Ministro non si è fatto attendere molto. È stato presentato dal senatore Umberto Fusco che ha ribadito le linee guida del suo programma elettorale, con particolare riferimento al turismo, ha fatto conoscere al Ministro i candidati della lista di centrodestra “Noi tra la gente” che competerà contro la lista civica di Ruggero Grassotti, attuale Sindaco del borgo sospeso, che, ieri sera, in occasione della visita di Sgarbi e del ministro, ha accolto gli illustri ospiti davanti alla porta di Vitorchiano, per guidarli alla scoperta del borgo sospeso, nell’incantevole bellezza delle sue strade e le sue piazze.

Prima il Ministro ha potuto apprezzare gli angoli e i palazzi del borgo, poi Vittorio Sgarbi, giunto in ritardo, dirompente e ironico con tutti, ha fatto il giro del paese.  Estasiato e affascinato della pulizia e dallo splendore del borgo, Vittorio Sgarbi ha visitato una locanda, lo studio dell’artista Alessandro Scannella che gli ha donato un ritratto,  dopo che lo stesso Sgarbi  si è divertito a ritoccarlo; si è affacciato dal belvedere, è passato vicino alla fontana sulla piazza, ha visto le chiese, i palazzi e le viuzze del centro storico.

Gemini Ciancolini, l’ex sindaco di Vitorchiano, gli ha anche ricordato la sua prima visita al borgo. Il sindaco Ruggero Grassotti ha fatto da cicerone.

Sgarbi, sul rave di Valentano, ha scherzato:
“Io ho proposto che il prossimo rave sia autorizzato. Ci penso io. Bisogna cambiargli la musica, cambiargli i vini e le droghe.”

È stato strano vedere passeggiare amichevolmente insieme i due candidati, entrambi con rispetto e correttezza verso l’avversario, come raramente si vede durante la campagna elettorale.
Due persone di grande spessore politico e umano.

“Ma siete veramente l’uno contro l’altro?” chiede scherzosamente Sgarbi e altrettanto ironicamente risponde Fusco: ” E’ il nuovo tipo di politica”. Gli fa eco Grassotti:” Forse  potremmo imparare qualcosa da lei”, riferendosi a Lillo di Mauro, candidatosi contro Sgarbi nel borgo di Sutri, passando poi dall’opposizione alla maggioranza e diventato vice sindaco.

La passeggiata si è conclusa con un aperitivo e poi con una cena alle Terme dei Papi, dove Sgarbi ha improvvisato un pungente comizio e il ministro Garavaglia ha salutato gentilmente i presenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui