L'augurio ai viterbesi e gli impegni per la città: "Posti di lavoro, manutenzione stradale, città più pulita"

“Il mio desiderio? Svegliarmi la mattina e avere 30 anni!”. Il Natale del sindaco Giovanni Arena

271
giovanni arena
Il sindaco Giovanni Arena

E’ Natale, tempo di feste e… di cene! Quelle in famiglia ma anche con amici, colleghi e quelle delle varie associazioni.
E c’è chi per il proprio ruolo, ma anche per piacere personale, in questi giorni di festa è corso da una parte all’altra della città, presenziando a molti pranzi e altrettante cene: il sindaco Giovanni Arena.

“A fine anno tutte le associazioni tracciano il resoconto delle loro attività durante dei momenti conviviali e ci tengono che il sindaco partecipi. Ho cercato di fare il massimo. Un sabato ho addirittura presenziato a 7 pranzi e 3 cene! Chiaramente senza mettermi seduto, ci tenevo però a portare il saluto mio personale e della città”.
E parlando del Natale 2019 a Viterbo, ad Arena brillano gli occhi.

“Ho ricevuto tanti consensi e molti complimenti da diverse parti d’Italia per gli allestimenti e gli addobbi delle piazze. E ora ci prepariamo a salutare il 2020 con la festa, il 31 dicembre, in piazza della Rocca e il 1° gennaio con il concerto di Giovanni Allevi. Penso che abbiamo offerto ai viterbesi una bella proposta natalizia!”.
Periodo di feste ma il pensiero di Giovanni Arena non deroga al suo impegno di amministratore.

“Per quanto riguarda l’attività amministrativa c’è stata una fase iniziale in cui sono stati inseriti nuovi dirigenti, quindi d’assestamento. Per il 2020 saranno portate a compimento importanti iniziative. La più rilevante è sicuramente quella relativa alla manutenzione stradale, in primavera realizzeremo un intervento massiccio sulle strade. Tra febbraio e marzo partirà anche il nuovo appalto dei rifiuti, migliorativo rispetto al precedente. Abbiamo quintuplicato lo sfalcio dell’erba e quantificato il reale numero delle caditoie da pulire. Si tratta dell’appalto ponte che vede Viterbo ambiente, l’attuale società che già fornisce i servizi, prima in graduatoria. Ora bisognerà attendere 60 giorni per le verifiche tecniche e, se va tutto bene, nei primi mesi dell’anno si parte. La differenza si vedrà perché aumenteranno anche gli spazzamenti in città. Inoltre mi auguro che per il 2020 possa essere completato anche l’ecocentro al Poggino. Così non ci saranno più scuse per abbandonare rifiuti ingombranti per strada. E, per la prima volta, già nei primi mesi dell’anno assumeremo 55 persone. Quindi posti di lavoro, manutenzione stradale, pulizia della città! Tutte cose che dovrebbero dare buoni risultati in termini di immagine e decoro della città”.

Andando più sul privato, come sarà il suo Natale?
“Natale da sempre in famiglia! La sera della vigilia con mio fratello e le mie sorelle, insieme con vari nipoti. Una tavolata di circa 30 persone! Il 25 con mia moglie, i miei due figli e l’unica nipote che ho. Poi il 27 al lavoro per predisporre gli eventi di fine anno. Al di là dei giorni strettamente festivi, sarò sempre in attività”.

Che augurio rivolge a se stesso?
“Avere la soddisfazione di poter portare a termine gli obiettivi che mi sono prefissato per il 2020, e che i cittadini riconoscano e apprezzino la mia volontà e l’impegno per ottenere risultati concreti”.

E alla città cosa augura?
“Auguro che le famiglie si debbano preoccupare sempre di meno per il futuro dei loro figli, della loro sicurezza dal punto di vista lavorativo. Per quanto ci compete, come amministrazione dovremmo mettere in atto tutte le situazioni possibili per favorire la ripresa economica puntando su terme e turismo come volano per l’occupazione”.

Qual è il suo sogno personale, di uomo non da sindaco?
“Svegliarmi la mattina e avere 30 anni! (ride) Il mio desiderio, nell’età matura che ho, è quello che hanno tutti: la sicurezza, la tranquillità e la serenità dei propri cari!”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui