Ieri il nuovo assessore al Bilancio e Società Partecipate ha fatto la sua prima apparizione ufficiale tra i banchi di Palazzo dei Priori

Il neo assessore Alessandrini debutta in Consiglio comunale: “Mi impegnerò al massimo per questo ruolo di cui vado orgoglioso”

123

Dal Comune di Guidonia ai banchi del Consiglio comunale di Viterbo: il neo assessore al Bilancio e Società Partecipate Alessandro Alessandrini ieri ha fatto la sua prima apparizione ufficiale a Palazzo dei Priori, in occasione della seduta dedicata alle interrogazioni dei consiglieri.

Parole di buon auspicio per l’inizio della nuova esperienza all’assessore sono arrivate anche dalle file dell’opposizione, che dopo la “bufera” Contardo si è detta in attesa di essere smentita su eventuali dubbi circa la scelta di una figura esterna al Comune da parte dell’amministrazione.

Chissà, dopotutto, che non si riveli una decisione vincente. “La città spera ormai con pochissima fiducia in uno scatto d’orgoglio di questa amministrazione, – ha dichiarato la consigliera Luisa Ciambella nel corso del suo intervento – però la novità di un assessore esterno, oltre ad essere la conferma del totale fallimento della politica locale, potrebbe in qualche modo essere una soluzione. Abbiamo saputo della sua fama e di quello che è riuscito a fare al Comune di Guidonia, speriamo che almeno con Lei qualche risposta possa arrivare”, ha detto la consigliera ad Alessandrini, chiarendo che tali risposte potrebbero riguardare, ad esempio, la situazione della società partecipata Talete.

Il capogruppo della Lega Andrea Micci ha commentato che “mancano due anni alla fine del mandato elettorale e bisogna sicuramente rimboccarsi le maniche, soprattutto su queste deleghe, dove le criticità riscontrate ci hanno portato ad una scelta difficile e sofferta”. Il riferimento è, ovviamente, alla “cacciata” dell’ex assessore e vicesindaco Enrico Contardo.

Anche Sergio Insogna (Fondazione) ha riconosciuto in Alessandrini una “persona idonea ed adeguata” per fronteggiare tematiche di grande rilievo. “C’è da dare una spinta forte e andare dritti alla meta – ha aggiunto il consigliere – migliorare la qualità dei servizi e recuperare il tempo perduto per portare a casa i risultati che ci eravamo ripromessi a inizio consiliatura e che tardano ad arrivare”.

Dopo le parole dei consiglieri il neo assessore Alessandrini ha aggiunto che il suo augurio è quello di “andare d’accordo con tutti voi, anche con una dialettica che potrà essere talvolta accesa, ma sicuramente sempre orientata al bene comune. Posso dire a tutti una cosa con certezza – ha proseguito – mi impegnerò al massimo per svolgere questo ruolo nel miglior modo possibile, ne sono molto orgoglioso e posso assicurare che eserciterò le mie deleghe nella maniera più informata possibile”.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui