Il paradigma della solidarietà e della bellezza: echi dell’evento “La grande Bellezza”

80

Secondo il paradigma estetico rinascimentale, il bello è una manifestazione del bene e ciò che è bello è anche bene. Raramente il bello e il bene sono stati così vicini come nella serata Rotary di sabato 25 settembre 2021, organizzata con perizia sartoriale dalla presidente del Rotary club Narni-Amelia Elisabetta Roviglioni insieme ai suoi collaboratori. La location della serata è lo storico locale della Gabelletta di Amelia, una vera ecologia del bon ton per godere al meglio il tema conduttore dell’evento: la sinergia fra bellezza, cultura e solidarietà, che costituiscono anche tre importanti coordinate della rete globale del Rotary. Titolo dell’evento: la Grande Bellezza.

Il primo contributo alla bellezza è venuto dalla sfilata degli abiti realizzati dalla stilista Shaila Sabatini; una giovane emergente del territorio. Le creazioni di Shaila non scendono; al contrario fluttuano verso l’alto come correnti ascendenti e tessuti, lavorazioni, applicazioni e colorazioni istituiscono i termini linguistici di una sintassi della leggerezza.

Alle poetesse viterbesi Nadia Pascucci e Anna Maria Stefanini il compito di arricchire la serata sotto il profilo culturale attraverso la presentazione del recente libro a quattro mani “Impronte”, che ha ricevuto ottimi consensi a Viterbo e al Menotti art Festival di Spoleto. Presente, fra gli altri alla presentazione, la moglie del noto giornalista Giovanni Masotti, direttore de La mia città news, l’avvocato Angela Bordarenco.

La dimensione solidaristica è stata concretizzata attraverso un contributo per i servizi di accoglienza e sostegno alle persone con disabilità e la mediazione del dott. Giancarlo Giovannetti.
La Grande Bellezza: un lungo filo rosso che tiene uniti i tratti identitari del Rotary club Narni-Amelia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui