Simone, il testimonial dell'associazione SuperAbile, a soli 12 anni si è distinto per il suo impegno e le azioni solidali svolte durante la pandemia

Il piccolo eroe viterbese Simone Moi nominato Alfiere della Repubblica dal Presidente Mattarella

381

Simone Moi, è un ragazzo tarquinese di 12 anni. Dal 2009 è il testimonial dell’associazione SuperAbile, dopo che a sei anni fu ricoverato d’urgenza al Bambin Gesù a causa di un tumore cerebrale.

Il piccolo ha subíto un’importante compromissione della vista ma non ha mai perso la voglia di vivere, anzi ha sempre coltivato una passione spropositata per lo sport: dall’equitazione al karate.

Oggi, è tra i 28 ragazzi che hanno ricevuto l’attestato d’onore “Alfiere della Repubblica“, distinguendosi per l’impegno e le azioni coraggiose e solidali, che rappresentano – attraverso la loro testimonianza – il futuro e la speranza in un anno che rimarrà nella storia per i tragici eventi legati alla pandemia.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, motiva la sua scelta determinando le caratteristiche che lo hanno contraddistinto: “Per essere diventato un testimonial dell’inclusione e della pratica sportiva come occasione di crescita personale e collettiva. Proprio dalla sua passione per l’equitazione trae spunti ed esperienze che gli permettono di sensibilizzare i coetanei sulle tematiche della disabilità”.

Tutta la città di Tarquinia e la Tuscia, si congratula con il giovanissimo, che ha onorato indirettamente anche la nostra città.

Il sindaco di Tarquinia, Alessandro Giulivi, si complimenta con il ragazzo: “Con la sua forza e la sua profonda sensibilità, ha dimostrato attraverso il proprio impegno di rappresentare non solo un modello positivo di cittadinanza, ma un esempio concreto per i propri coetanei e un messaggio di speranza per tutti noi”.

“Auguriamo a Simone – prosegue il sindaco – di continuare a seguire i suoi interessi confermando tutte le sue grandi qualità umane, sportive e scolastiche. Le mie congratulazioni anche alla famiglia che hanno saputo nonostante le difficoltà motivare il carattere del piccolo Simone”.

“Con grande orgoglio e gioia -conclude – oggi e quel giorno, saremo lì con te. Grazie”.

Simone rappresenta un esempio per tutti: ci insegna a non fermarci davanti le avversità della vita, combattere ed impegnarsi per raggiungere i nostri obiettivi ma soprattutto vivere la vita al massimo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui