Il porto di Civitavecchia punta tutto sulla logistica per il settore crocieristico

A Monaco per il Transport Logistic  il Presidente dell’Adsp di Majo  ha sottolineato l’importanza della logistica a servizio del settore crocieristico

263

A Monaco per il Transport Logistic 2019, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo, ha sottolineato l’importanza della logistica a servizio del settore crocieristico, in cui il porto di Civitavecchia è leader in Italia e, insieme a Barcellona, nel Mediterraneo. Questa mattina il numero uno di Molo Vespucci ha partecipato come relatore alla tavola rotonda organizzata da Assoporti, ICE e UIR dal tema “Perché investire nei porti e negli interporti italiani”. Partendo dalla posizione di leadership dell’Italia nel Mediterraneo come destinazione per le crociere in virtù della sua posizione geografica, delle condizioni climatiche ideali e dell’immenso patrimonio artistico e culturale che offre un’ampia varietà di scelta per i crocieristi, il presidente dell’Adsp ha evidenziato come Civitavecchia inglobi tutte queste caratteristiche che fanno del porto di Roma lo scalo dalle enormi potenzialità su cui puntare attraverso una razionale progettazione infrastrutturale e adeguati investimenti da realizzarsi anche nella zona retroportuale. “Il porto di Civitavecchia quest’anno varcherà la soglia dei 2,5 milioni di passeggeri crocieristi e considerando che, secondo le previsioni, il settore crocieristico continuerà ad aumentare anche nei prossimi anni, è necessario cogliere questa opportunità per creare nuove sinergie tra il porto e l’area retroportuale, così come dovrebbe accadere per tutti i porti della penisola. Civitavecchia si sta sempre più affermando come home port e l’auspicio – ha spiegato – è quello di poter incrementare e migliorare i servizi approvvigionamento o ship chandling grazie anche alla collaborazione con l’interporto di Civitavecchia che, recentemente acquisito da un gruppo internazionale specializzato nel settore della logistica, otterrà sicuramente risultati tali da contribuire all’ulteriore sviluppo dei traffici portuali, non solo ortofrutticoli. Come AdSP – continua di Majo – punteremo, quindi, sulla logistica che dovrà svolgere un ruolo centrale nelle attività e nelle operazioni che riguardano un settore in continua crescita ed evoluzione quale è quello crocieristico”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui