Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in visita ad alcuni comuni colpiti dal sisma del 2016

271
giuseppe conte

Il capo del Governo è giunto questa mattina a Borbona poco prima delle 12 accompagnato dal prefetto di Rieti Giuseppina Reggiani, ed è stato accolto dal sindaco Maria Antonietta Di Gaspare, ha preso caffè presso il bar “Da Carpentiere” e ha visitato le famiglie sfollate dal sisma e ospitate nelle Soluzioni abitative d’emergenza assieme anche all’assessore regionale Claudio Di Berardino.

Durante la visita nel comune borbontino il premier ha sottolineato come la lotta allo spopolamento sia una priorità del governo, che lavora sul piano normativo e attraverso azioni concrete. Conte ha anche stigmatizzato la lentezza che caratterizza la ricostruzione rispetto alla fase emergenziale che è regolata da strumenti normativi che permettono di procedere speditamente. La sua speranza è che la permanenza nelle cosiddette “casette” possa essere breve mentre il governo vigila sulla loro resistenza e vivibilità.

Nella tappa successiva di Cittareale, dopo l’incontro con il sindaco Francesco Nelli, il Presidente accompagnato dal capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, e dal sottosegretario Vito Crimi, ha visitato la scuola d’infanzia e primaria accolto dai bambini che l’hanno omaggiato con due lavori realizzati da loro.

“Devo ringraziare il Presidente del Consiglio Conte per la sua presenza sul nostro territorio in questa giornata – ha dichiarato il sindaco Nelli – una visita che vedo come un segnale per tutti i comuni reatini del cratere. Ho segnalato al Presidente alcune proposte che vengono dalla nostra presenza costante di sindaci che ogni giorno si trovano a convivere con i problemi locali. È un momento nel quale occorre fare tesoro di quello che ha funzionato nella ricostruzione e migliorare ciò che non ha funzionato. Questo si può fare solo intervenendo in maniera costruttiva a tutti i livelli istituzionali: con questo metodo i risultati saranno sicuramente apprezzabili ed utili alla popolazione”.

Nel pomeriggio Conte si è recato a Norcia per un incontro con i sindaci del territorio umbro e marchigiano e le autorità locali.

Ad accogliere il premier gli assessori regionali Giuseppe Chianella e Antonio Bartolini e il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. Presenti anche il commissario straordinario per la ricostruzione, Piero Farabollini e il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli.

“Siamo qui – ha dichiarato il Presidente – per valutare come procedono i lavori, consapevoli che ci sono delle comunità che soffrono e che ancora non individuano una prospettiva concreata e reale di vedersi restituita quella vita quotidiana che si è persa col terremoto. Abbiamo il decreto Sblocca cantieri in sede di conversione nel quale abbiamo inserito delle previsioni normative che dovrebbero aiutare a procedere più speditamente in termini di ricostruzione”. In conclusione, il premier ha evidenziato come “questa sia una fase importante dato che stiamo inserendo degli emendamenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui