“Città d’Arte” si intitola la serie di convegni che prende il via venerdì 29 aprile

Il Rinascimento viterbese protagonista di eventi organizzati dalla Consulta studentesca

119

“Il patrimonio artistico, tradizionale e culturale, come ben sappiamo, nella nostra bella Italia non ci manca, più nel particolare, anche nella nostra città, abbiamo edifici o tradizioni, spesso non considerate patrimonio culturale cittadino così per esser abbandonate e in fine dimenticate. Noi in primis vogliamo dare il giusto valore al patrimonio Viterbese e della provincia. Infatti, noi della Consulta Provinciale Studentesca grazie alla partecipazione dell’associazione RinascimentiAmo, abbiamo organizzato ben 4 convegni rivolti alla valorizazzione del territorio”. Ad annunciarli è la Consulta provinciale degli studenti.

In particolare, il presidente della commissione “Arte e Cultura” Lorenzo Capalti, organizzatore dei vari convegni, intende sottolineare: “Ogni cosa che noi vediamo è unica nel suo genere, spesso passiamo davanti ad un edificio, in un prato o sopra un pavimento e magari ci sembrano uguali a tanti altri, questo perché non vediamo quei particolari che rendono originale qualsiasi cosa, sia dal punto di vista visivo che storico; in questo caso, con i nostri convegni, lo scopo sarà di far capire ai nostri coetanei, l’importanza dei particolari e della loro bellezza in modo da poter formare degli studenti più consapevoli e responsabili nei confronti del patrimonio culturale e paesaggistico che li circonda.

Mentre il presidente della consulta provinciale studentesca Luca Tallarico riferisce: “Dopo un periodo segnato da mesi di pandemia, come consulta vogliamo tornare a valorizzare la nostra cultura, come punto fondamentale per la formazione e la crescita di noi ragazzi; in qualità di rappresentanti degli studenti ci sentiamo in dovere di lavorare per la bellezza che ci circonda, la quale un giorno ci ritroveremo ad ereditare e a tramandare alle future generazioni.

Uno degli scopi principali di questa giunta esecutiva è stato fin dall’inizio voler creare in queste nuove generazioni una consapevolezza del grande patrimonio che oggi abbiamo l’opportunità di ammirare, troppo spesso sottovalutato se non abbandonato. Con questa iniziativa daremo un grande contributo e soprattutto apriremo gli occhi agli studenti donandogli nuova vista con la quale saranno in grado di vedere la bellezza…” Contributo fondamentale per questa iniziativa è dato dalla partecipazione dei professori Dott.ssa Simonetta Valtier ed il Dott. Enzo Bentivoglio, i quali fin dall’inizio si sono resi disponibili a guidare gli studenti in questi convegni e che oggi intendiamo ringraziare.

Durante le conferenze, andremo ad approfondire il secolo cinquecentesco con vicende storiche ed artistiche inerenti al rinascimento Viterbese, partendo dagli affreschi di Lorenzo Da Viterbo che segnarono il fulcro dell’arte in quei secoli. Successivamente in sequenza cronologica, i convegni verranno dedicati: al Palazzo dei priori, alla Rocca Albornoz, al chiostro della Trinità e alla chiesa di S. Maria delle Fortezze. Il corso rivolto esclusivamente ai ragazzi del triennio si svolgerà dalle 16:30 alle 18:30, nei giorni di venerdì 29 aprile, venerdì 13 maggio, venerdì 27 maggio, martedì 6 giugno, con appuntamento a Piazza San Simeone.

Per partecipare ai convegni sarà necessario prenotarsi entro il 25 aprile, iscrivendosi nel link qui di seguito : https://forms.gle/jqjRWC1c2gfkETrP9

Si richiede la partecipazione con continuità agli appuntamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui