Il sindaco di Vetralla annulla la celebrazione dell’Anniversario della fine della I guerra mondiale

115

“Cari concittadini, quest’anno, come già accaduto per la festa della Liberazione e per la festa della Repubblica, non celebreremo il 4 novembre nel modo consueto; non deporremo, quindi, corone di alloro, non terremo discorsi e non sentiremo suonare il nostro complesso bandistico. Tutto questo non riuscirà a sminuire il senso profondo della cerimonia, che voglio commemorare e ricordare con voi.

Il 4 novembre si celebra l’Anniversario della fine della I Guerra Mondiale (4 Novembre 1918), che si può considerare l’ultimo atto del Risorgimento, il momento in cui si è compiuta per intero la riunificazione del Paese.

Per questo motivo, il 4 Novembre racchiude in sé, oltre “l’Anniversario della Vittoria”, anche il “Giorno dell’Unità Nazionale” e la “Festa delle Forze Armate”.

Le ragioni che ci devono unire in questa giornata, pur nel difficile periodo che stiamo vivendo, sono molteplici:

  • La necessità di ricordare i sacrifici compiuti in passato, grazie ai quali siamo divenuti un Paese libero e democratico;
  • L’Unità d’Italia, l’indipendenza e la libertà, che sono conquiste straordinarie da difendere ogni giorno, grazie al contributo indispensabile di ognuno di noi;
  • La necessità di attenzione costante da parte delle nostre Istituzioni democratiche, perché siano sempre più salde e più vicine alle necessità della Comunità che rappresentano;
  • Il ringraziamento alle Forze armate, per l’alto senso del dovere con cui servono il Paese, facendosi “custodi delle nostre tradizioni di civiltà e dei nostri valori”.

Oggi più che mai, è necessario soffermarci a pensare al significato del 4 Novembre ed ai sacrifici dei nostri padri e delle nostre madri, compiuti per giungere alla democrazia, all’unificazione nazionale, alla pacificazione ed alla concordia.

Da cittadini:

– impegniamoci a mantenere sempre alta l’attenzione su questioni importanti, tutt’ora aperte e da affrontare, come la difesa della libertà dei popoli, la tutela dei più deboli, l’integrazione nella diversità e la crescita globale della comunità;

– sosteniamo le nostre Istituzioni democratiche, perché siano sempre più forti e vicine alle necessità di tutti;

– osserviamo, in questo particolare momento di difficoltà, dovuto all’epidemia da Covid-19, le norme comportamentali previste dai D.P.C.M. e dal C.T.S. del Ministero della Salute con senso di responsabilità e di rispetto per la propria e altrui salute e integrità fisica.

L’Amministrazione comunale vi è vicina, pronta all’ascolto, consapevole delle difficoltà da affrontare  e ripone massima fiducia in ciascuno di voi.

Ricordate che sono sempre attivi il numero per informazioni 0761/461201 e il contact center presso i servizi sociali per la consegna di spesa e farmaci a domicilio per le famiglie in quarantena, gli anziani e le persone a rischio (numero WhatsApp 376/0342722) e che le notizie utili sono pubblicate sul sito istituzionale e sulla pagina Facebook del Comune.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui