Il sindaco Profili: “Non possono essere i cittadini a pagare i debiti di Talete”

137

Anche Luca Profili, il sindaco di Bagnoregio, aveva fatto parte della schiera di sindaci che si erano opposti con forza alla Talete.

E a distanza di qualche giorno dalla sentenza del tribunale, che ha dato ragione ai sindaci, il primo cittadino bagnorese ha voluto scrivere un post a riguardo:

“Ognuno può dire la sua e pensare ciò che vuole, la realtà è che non possono essere i cittadini a pagare i debiti di Talete. Noi siamo stati coerenti da sempre”, una rivendicazione chiara ed orgogliosa per il risultato ottenuto.

“Comunque la si interpreti, dalla sentenza del tar emerge che i poteri sostitutivi nei confronti dei comuni non dovevano essere utilizzati. E questo, visto che si chiama in causa la responsabilità, dovrebbe spingere a non far passare una vittoria, la nostra, come una sconfitta.

Ma soprattutto quello stesso senso di responsabilità dovrebbe suggerire che, in futuro, la via maestra dovrà essere quella della leale collaborazione. Non più quella delle imposizioni. E da questo confronto franco e aperto dovrebbe poi venire un ripensamento del sistema di gestione e delle sue problematiche”.

Il sindaco poi rivolge alla Talete una sorta di richiesta: “Qualunque saranno le prossime mosse di Talete e compagnia, in nessun caso i cittadini dovranno veder peggiorare la qualità del servizio nè vedersi applicate tariffe più onerose”.

Infine, Profili si rivolge a chi ancora non concorda con la battaglia intrapresa dai comuni: “Per adesso, i tribunali ci hanno dato ragione. La gente è con noi. Ci riflettano le altre istituzioni che non concordano con noi. Ci riflettano e vedano dove stanno la verità e il bene dei cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui