Il sito archeologico di Aquae Tari sarà finanziato dal Fai

Con il contributo di 8 mila euro verranno realizzati percorsi per rendere visitabile l'area

“Lo sforzo dei volontari e dei tanti cittadini che hanno promosso questa bellezza del nostro territorio è stato premiato. Il Fai, fondo per l’ambiente italiano, ha accordato al sito di Aquae Tauri un contributo di ottomila euro”.

Così il Sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, che ha sottolineato proprio “l’impegno della Società Storica Civitavecchiese di Enrico Ciancarini e dei tanti nostri concittadini che hanno dedicato il proprio tempo a raccogliere le firme per far sì che il sito archeologico, oggetto tuttora di una campagna di scavi, ricevesse questo riconoscimento”.

Il contributo sarà concentrato sulla realizzazione di un percorso fruibile dalla collettività, pensato per garantire la visita al luogo in piena sicurezza, oggi accessibile solo agli archeologi.

“Avere il Fai al nostro fianco nel percorso di valorizzazione del nostro territorio è davvero una ottima notizia, anche perché arriva proprio mentre, come Amministrazione comunale, stiamo concentrando le energie sul riconoscimento UNESCO per le Terme Taurine, che vogliamo far diventare Patrimonio dell’Umanità. Il sogno che inseguiamo è quello di realizzare un parco archeologico che, al fianco di quello Termale, possa diventare un perno dell’industria turistica che una città come Civitavecchia deve finalmente far decollare”, ha concluso Tedesco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui