Durante la cerimonia di ieri la past president nazionale Anna Maria Isastia ha presentato il suo libro "Una rete di donne nel mondo" e l'Associazione ha accolto le nuove socie

Il Soroptimist Day a Viterbo, a 100 anni dalla fondazione del primo Club in California

194

A 100 anni esatti dalla fondazione del primo Club in California, il Soroptimist International di Viterbo ieri pomeriggio ha celebrato il “Soroptmist Day” al Teatro Caffeina. “Si tratta di una data simbolo, – ha sottolineato nel suo discorso di apertura Alba Stella Paioletti – che coincide con l’anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani. Da allora sono passati 73 anni”.

Un secolo caratterizzato da grandi cambiamenti per il mondo delle donne, come ha ricordato ieri la past president nazionale Anna Maria Isastia durante la presentazione del suo libro “Una rete di donne nel mondo. Soroptimist International un secolo di storia (1921-2021)”.

Le donne durante questo arco temporale hanno visto sempre di più affermare la propria indipendenza e il proprio carattere, attraverso lotte e rivendicazioni che hanno attraversato un’epoca. Dall’ottenimento del diritto di voto in America nel 1920 – non a caso, dodici mesi prima rispetto alla nascita del primo Club – all’affermazione nel mondo del lavoro, tanto da iniziare a diventare sempre più “donne d’impresa” e non esclusivamente nobili amanti delle arte e letterate di prestigio.

La past president nazionale Anna Maria Isastia

Dagli USA fino a Londra, fino ad approdare a Parigi per un primo contatto con la civiltà europea prima di affermarsi da nord a sud Italia: oggi il Soroptimist è diffuso in 132 Paesi nel mondo, con oltre 3000 Club e un totale di circa 75.000 socie.

Dopo gli interventi dei relatori, è stato celebrato l’ingresso ufficiale delle nuove socie all’interno dell’Associazione con l’apposizione della spilla, ognuna presentata da due delle componenti già presenti: Loredana Bassi, Raffaella Isidori, Maria Giovanna Pontesilli, Vittoria Severini, Claudia Sorrentino, Benedetta Spiga.

Al termine della cerimonia la presidente del Club di Viterbo Sabrina Borgia ha tenuto un discorso di ringraziamento, tornando a ribadire ancora una volta l’importanza di valori come unione, cooperazione, scambio e sostegno di cui l’Associazione si fa portavoce nel mondo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui