Il verde intorno: Francigena in Tuscia-Sutri

168

Alle ore 10:00 di questa mattina era l’appuntamento per una suggestiva passeggiata che coinvolge un tratto della via Francigena. L’invito a partecipare si rivolgeva a chiunque, grandi e piccini. La passeggiata è partita dall’inizio del bosco sutrino, dal comune di Capranica. Il costo per la partecipazione era di 6 euro. Si tratta di 2 ore e 30 min circa di cammino, semplice seppur incantevole, a tutti accessibile.

Dietro questa splendida iniziativa c’è l’associazione Via Francigena in Tuscia e, nello specifico, il progetto Viterbo cuore della Tuscia che, oltre a quelli strettamente correlati alla cittadina di Viterbo, si occupa di eventi collaterali, come quello in questione, che ha chiamato in causa il piccolo borgo di Sutri.

Il percorso è stato pulito e sistemato dai volontari di Sutri e Capranica, amanti della via francigena e della natura. Non è mancata poi, la collaborazione da parte dei due rispettivi comuni.

  

L’associazione fa capo ad Alessandra Croci ed è da ormai due anni operativa. L’idea alla base è di mettere in rete una serie di paesi che lungo la via Francigena sono siti. Il primo ad aver aderito è appunto, Sutri.

Non sono mancate precedenti iniziative a Viterbo. Quello che anima l’associazione è la volontà di valorizzare e promuovere questo verde cammino. Si è agito con cartellonistica e mappe che si rivolgono ai pellegrini, aiutandoli ed orientandoli durante il percorso. Si vuole inoltre, assicurare loro servizi tramite una rete di commercianti che aderendo, riservano in tal caso prezzi dedicati agli ospiti “camminatori”.

L’associazione non ha fini politici, l’obiettivo è solo quello della promozione e valorizzazione della via Francigena. Ci si rivolge ai pellegrini, ma non solo. Per tutti è l’ attenzione, anche per coloro che non conoscono questa cammino, pur essendo residenti negli stessi paesi coinvolti,  e vogliono viverlo e scoprirlo.

In progetto un’unione tra l’associazione, il Comune di Sutri e CLSI, Corpo di San Lazzaro, specifico per i percorsi naturalistici e archeologici, per la protezione dei paesaggi. Un comune intento di programmazione di eventi per valorizzare la via francigena il loro, che potrebbe sfociare presto in una comunione.

“È un bosco fatato, magico, dove si riesce a riprendere in mano la propria vita” commenta Alessandra Croci. Una camminata nel verde e nel silenzio.

Il cellulare non prende, il momento è unico e fortunato.

Nessuno timore però, la protezione civile ha della apposiste radio. Si è perciò tutelati pur essendo nella natura immersi.

Alla fine verrà chiesto ai partecipanti un feedback; l’idea infatti, è  quella di riproporre l’evento alla fine di agosto. Per quanto riguarda il prezzo poi, parte dei soldi è indirettamente destinata alle stesse attività commerciali di Sutri. 4 euro su 6 potranno essere usati dai partecipanti nei negozi convenzionati  con l’associazione.

Una meravigliosa passeggiata è quanto proposto. Una giornata all’insegna della scoperta e della piacevolezza. Si offre poi la possibilità ai partecipanti di conoscere il piccolo borgo di Sutri, di esplorare e accedere alle tante ricchezze di cui esso dispone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui