In archivio la 61° Fiera del vino di Montefiascone: 80mila visitatori nonostante i pochi soldi dal comune

Soddisfatti gli organizzatori della Proloco. Il presidente Donnino: “E’ durata 15 giorni, con 7 cantine, 15 band, 150 volontari, 20 associazioni”. I complimenti della consigliera di minoranza Rosita Cicoria (M5s)

576

“Se devo esprimere un mio personale giudizio sulla Fiera del vino 2019 non può che essere positivo. In considerazione delle poche risorse economiche a disposizione, la Proloco è riuscita a organizzare, in poco tempo, una fiera piacevole, con eventi dislocati nei vari angoli di Montefiascone, che hanno riempito il centro storico e piazzale Roma. Nulla da invidiare alle precedenti fiere organizzate con molti più soldi. Un grande lavoro di squadra anche con le varie associazioni che hanno sponsorizzato alcuni eventi. Questo dimostra che, con la buona volontà e la collaborazione, si possono ottenere buoni risultati”. Le parole della consigliera comunale di minoranza Rosita Cicoria, la pentastellata mai tenera con la maggioranza e le sue scelte, sono eloquenti del consuntivo sulla Fiera del vino appena andata in scena (1-15 agosto).

Con soli 17mila euro messi a disposizione dal bilancio comunale, la 61esima edizione sembrava partire sotto i peggiori auspici. Infatti, all’inizio pochi davano credito alla Proloco del presidente Giuseppe Donnino. Ma giorno dopo giorno, serata dopo serata, le cose sono andata sempre meglio e la gente ha gradito quanto è stato offerto dall’organizzazione. Certo, non tutti sono stati accontentati, ma questo è fisiologico. Insomma, cittadini e turisti non sono stati inferiori a quelli medi delle edizioni passate. Il che non è un aspetto da sottovalutare, se si pensa alle poche risorse a disposizione degli organizzatori. I quali hanno fatto un lavoro ripagato dal piacere di fare qualcosa di concreto per la propria comunità.

Ecco il commento del presidente della Proloco, Giuseppe Donnino: “E’ toccante ripensare a pochi mesi fa, quando con il direttivo abbiamo iniziato a coltivare il sogno una Fiera del vino bella e coinvolgente con un budget molto limitato. Abbiamo sperato di fare una Fiera dignitosa, di poter fare una Fiera semplice e coinvolgente, ma la realtà ha superato le nostre migliori aspettative. La presenza di migliaia di persone, che tutte le sere hanno riempito le vie del centro, rendono orgoglioso me e tutto il direttivo della Proloco e ci ripagano di tutti gli sforzi, delle notti insonni e delle umane paure di tutti noi. La Fiera del vino ha ricevuto poche critiche, molti ringraziamenti e incoraggiamenti. Ci hanno particolarmente inorgoglito i complimenti che don Luciano ci ha rivolti durante la messa nella basilica di San Flaviano. E di questo lo ringrazio con il cuore, così come ringrazio il sindaco Massimo Paolini, l’assessore Paolo Manzi che si è tanto speso. Ringrazio i membri del direttivo della Proloco e tutte le associazioni e i volontari che hanno reso possibile questa edizione”.

Della quale il presidente della Proloco snocciola alcune cifre: “La 61esima edizione è durata 15 giorni, ha visto la presenza di circa ottantamila persone, hanno partecipato 7 cantine, 15 band, 150 volontari, 20 associazioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui