In aula il 30 luglio per la riforma della giustizia

272

E’ quanto emerge dal Consiglio dei Ministri: fiducia sulla riforma della giustizia. E’ stata la Guardasigilli Marta Cartabia a chiedere l’autorizzazione a porre la questione di fiducia in Parlamento, dove il provvedimento approderà il 30 luglio. Un’autorizzazione che è stata concessa dal Consiglio.

Il Movimento 5 Stelle “Ritiene negativo l’impatto della norma, perché comporta l’impossibilità di chiudere un gran numero dei processi”. Parere che va in netta contrapposizione con il fine ultimo della Riforma, atta, in parte, proprio a velocizzare il sistema.

Comunque se ne parlerà da venerdì 30 luglio, nell’aula della Camera. Lo hanno confermato i capigruppo di Montecitorio riuniti con il presidente Roberto Fico. Eppure, come ha ribadito più volte il premier Mario Draghi, la sua intenzione è di chiudere assolutamente il prima possibile. Il rinvio tuttavia scatena le polemiche sia di Matteo Salvini che di Enrico Costa di Azione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui